Dalla nostalgia del territorio al desiderio di paesaggio ovvero i nuovi sguardi del geografo Claude Raffestin

22 March 2006

Lunedì 27 marzo 2006 alle ore 18.30 presso l’Accademia di architettura dell’Università della Svizzera italiana a Mendrisio (Pianterreno di Palazzo Canavée, Aula C0.63) si terrà la presentazione del nuovo libro di Claude Raffestin: Dalla nostalgia del territorio al desiderio di paesaggio. Elementi per una teoria del paesaggio (Alinea, Firenze 2005). L’evento è organizzato in collaborazione con GEA-associazione dei geografi Ticino.

Claude Raffestin, docente di Cultura del Territorio presso l’ateneo di Mendrisio, è uno dei più autorevoli geografi a livello europeo. Professore onorario dell’Università di Ginevra dove ha insegnato per anni presso il Dipartimento di Geografia e l’Istituto di Architettura e dove ha altresì fondato il Centro di Ecologia Umana Raffestin, sin dall’inizio della sua attività, si è interessato alle molteplici modalità assunte dalla territorialità umana. In particolar modo lo studioso si è occupato del fenomeno urbano e rurale, della geografia del mondo alpino e di problematiche varie legate alla geografia politica.

Con la sua ultima pubblicazione, risultato di una vasta ricerca condotta in seno alla Facoltà Interateneo Territorio del Politecnico di Torino, Raffestin ci propone un’erudita riflessione sulla problematica paesaggistica all’interno delle scienze umane, caratterizzata da un’apertura verso le preoccupazioni di chi si trova a produrre paesaggi con gli strumenti forniti dall’architettura e dall’urbanistica.

Come guardiamo? Quali immagini del paesaggio produciamo? Quali modelli di paesaggio sono stati prodotti dalla scienza? Come abitiamo queste immagini? A questi e altri interrogativi sono confrontati i lettori del volume Dalla nostalgia del territorio al desiderio di paesaggio. Elementi per una teoria del paesaggio. Nuovi sguardi sulla realtà materiale sono dunque all’origine di paesaggi che si propongono come immagini del territorio.

Lunedì 27 marzo 2006 ne discuteranno a Mendrisio Jacques Gubler, professore all’Accademia di architettura, e Giovanni Simona dell’Alta Scuola pedagogica di Locarno; introdurrà l’incontro Ivano Fosanelli della GEA-associazione dei geografi.

Al termine della presentazione seguirà un rinfresco.

Informazioni:

Amanda Prada, Responsabile comunicazione e conferenze, Accademia di architettura di Mendrisio, tel.: +41 58 666 58 69, e-mail: aprada@usi.ch