Nuovo Master in turismo internazionale

2003-05-12T00:00:00+02:00

Il
turismo rappresenta un importante settore economico e al tempo stesso un fenomeno rilevante della società
contemporanea, la cui ricchezza e complessità non sono state sinora pienamente approfondite. Per rispondere
a tale esigenza le due facoltà dell’Università della Svizzera italiana (Facoltà di Scienze economiche
e di Scienze della comunicazione), in collaborazione con la l’Università degli Studi di Pavia (facoltà
di Scienze politiche) hanno messo a punto un Master innovativo che propone un approccio interdisciplinare
a livello universitario. Il “Master in International Tourism” è il primo master biennale secondo il
nuovo ordinamento degli studi universitari (il cosiddetto modello di Bologna o 3+2) proposto dall’USI
a partire dal prossimo anno accademico.

Il turismo
internazionale attraversa un momento economico difficile per diverse ragioni che sono quotidianamente
oggetto di attente analisi. Il fenomeno turismo presenta tuttavia una serie di componenti eterogenee:
l’industria turistica, il viaggiatore, la comunità locale, l’ambiente, le condizioni quadro. “Studiare
il turismo significa indagare una varietà di motivazioni e di comportamenti ed una moltitudine di soggetti
che organizzano e offrono servizi turistici nel contesto di realtà politiche, sociali ed economiche”
ha sottolineato il professor Rico Maggi, responsabile scientifico del Master.

Il
Master in International Tourism si propone di raccogliere questa sfida e offre un programma di studi
che va oltre la prospettiva dei tradizionali corsi post laurea che mettono l’accento sugli aspetti professionali,
offrendo un approccio trasversale e completo. I corsi saranno tenuti principalmente in inglese. A livello
svizzero il nuovo master può contare su due partner strategici di rilievo: la facoltà di Scienze economiche
dell’Università di Losanna e l’Istituto servizi pubblici e turismo delll’Università di San Gallo.

Informazioni:

Claudio
Visentin, project manager Master in turismo
internazionale, claudio.visentin@usi.ch, www.mt.usi.ch