Eventi

L'arte millenaria del Batik nell'era digitale

Lugano, 17 agosto 2020 – In occasione del 75° anniversario della Proclamazione dell'indipendenza indonesiana, che si celebra ogni anno il 17 agosto, la Cattedra UNESCO in Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione per la promozione del turismo sostenibile nei siti del patrimonio mondiale dell'USI Università della Svizzera italiana presenta iWareBatik digital technologies, una piattaforma online e un'applicazione mobile progettate per promuovere e comunicare i valori culturali della tradizione del Batik, che è stata iscritta dall'UNESCO nella Lista rappresentativa del Patrimonio Culturale Immateriale dell'Umanità.

Il Batik, la rinomata forma d'arte antica che consiste nella tintura a riserva di tessuti, è molto sviluppata nell'isola di Giava in Indonesia, dove è stata introdotta dai mercanti indiani durante il periodo di massimo splendore del commercio marittimo della Via della Seta. Il batik ha un significato semiotico e simbolico intrinseco, con motivi sacri utilizzati da individui notevoli (ad esempio, i reali) e in occasione di eventi specifici (ad esempio, matrimoni, occasioni di Stato, ecc.).

Il Batik è una tradizione tessile in Indonesia che è stata iscritta dall'UNESCO come Patrimonio Culturale Immateriale dell'Umanità nel 2009. Il sito web iWareBatik e la corrispondente applicazione mobile, disponibile per i dispositivi iOS e Android, servono ad aiutare gli stakeholder internazionali e indonesiani di Batik a identificare la varietà dei tessuti Batik, i valori filosofici che stanno dietro ai motivi, il suo luogo di origine e informazioni utili sui produttori locali. Poiché il Batik definisce la cultura di ogni regione dell'Indonesia, iWareBatik offre anche informazioni sul turismo indonesiano legato al Batik nelle 34 province dell'Indonesia.

Il progetto è stato realizzato con il supporto della borsa di studio indonesiana LPDP, della Sobat Budaya Cultural Association, dell'USI eLab e della Cattedra UNESCO in Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione per la promozione del turismo sostenibile nei siti del patrimonio mondiale dell'USI.

Come afferma Puspita Ayu Permatasari, dottoranda presso la Facoltà di comunicazione, cultura e società dell'USI, "iWareBatik è l'acronimo di software interattivo di Batik. Può anche essere interpretato come ‘Sono consapevole del Batik’ oppure ‘Vesto/indosso Batik’. iWareBatik mira a riaccendere la passione della gente per l'apprendimento e la comprensione della tradizione indonesiana del Batik, come patrimonio culturale immateriale. Serve a comunicare meglio gli eccezionali valori socio-culturali del Batik nei contesti del turismo e della moda attraverso nuove forme di media digitali".

Secondo il Prof. Lorenzo Cantoni, titolare della Cattedra Unesco dell'USI, "questo progetto è pienamente in linea con la missione e i valori della Cattedra Unesco: fare leva su un sapiente uso delle tecnologie digitali dell'informazione e della comunicazione per promuovere un turismo culturale e del patrimonio responsabile e sostenibile. A tal fine, si avvale di due ingredienti principali: da un lato, un'informazione di alta qualità sul Batik, la sua storia e la cultura ad essa collegata, dall'altro, la capacità di presentarla attraverso narrazioni avvincenti, accessibili anche ai viaggiatori e agli abitanti del luogo che non sono esperti di questo patrimonio tessile".

Per maggiori dettagli su iWareBatik: www.iwarebatik.org
Immagini: www.usi.ch/it/feeds/14145