Eventi

Riparte con “Forme, immagini e materia” la campagna “100 donne e mille altre”

Lugano, 3 ottobre 2020 – L’USI sceglie un campo a lei vicino per rilanciare nella Svizzera italiana la campagna di sensibilizzazione “100 donne e mille altre”, progetto cooperativo interregionale sostenuto da swissuniversities che mira a dare visibilità ai percorsi professionali femminili: martedì 6 ottobre alle ore 18:30 l’appuntamento è all’Accademia di architettura, Palazzo Canavée, per una serata aperta al pubblico intitolata “Forme, immagini e materia”, che vedrà protagoniste quattro donne attive sul territorio nell’ambito dell’architettura, dell’arte e dell’ingegneria.

Sono cento le donne portavoce della campagna - lanciata lo scorso novembre dall’Università di Ginevra in collaborazione con l’USI e altre università e istituzioni svizzere e francesi - scelte come modello di ispirazione per le giovani generazioni, a dimostrazione che tanto il talento quanto la leadership sono naturalmente anche al femminile.

Scelte tra le rappresentanti, nella serata del 6 ottobre saranno protagoniste di una tavola rotonda Cristina Zanini Barzaghi, ingegnera civile e Municipale di Lugano; Donatella Fioretti, architetta e Professoressa alla Kunstakademie di Düsseldorf; Gianna Antonia Mina, storica dell’arte e Direttrice del Museo Vincenzo Vela; e Ludovica Molo, architetta e Presidente della Federazione degli Architetti Svizzeri. Moderata dalla Prorettrice USI per la ricerca nelle scienze umane e per le pari opportunità Daniela Mondini, la discussione verterà sul valore che la diversità di genere apporta ai settori dell’architettura, dell’arte e dell’ingegneria e sul perché ancora oggi la parità rimanga un traguardo difficile da raggiungere.

“Per l’Università della Svizzera italiana il progetto ‘100 donne e mille altre’ costituisce al contempo una piattaforma per mettere in risalto i talenti femminili della nostra Università e del nostro Cantone e un laboratorio di cooperazione interregionale con partner accademici e istituzionali. Mi congratulo con le 100 professioniste selezionate, tra le quali mi onoro di trovare delle rappresentanti del nostro corpo accademico. Vogliamo inoltre continuare a dare voce anche alle ‘mille altre’ che si distinguono all’USI in varie discipline e che sono parte di una comunità di talenti che vogliamo valorizzare”, afferma Boas Erez, Rettore dell’Università della Svizzera italiana.

La serata del 6 ottobre sarà infatti anche un’occasione per mettere in luce, tra le altre, le dieci donne della Svizzera italiana scelte per la campagna e un invito aperto al territorio a mettere a tema i percorsi di carriera femminili.

Forme, immagini e materia
Martedì 6 ottobre 2020, ore 18.30
Accademia di architettura dell’USI, Mendrisio, Via Buffi
La conferenza è aperta a un massimo di 50 partecipanti.
Si consiglia la prenotazione ai seguenti contatti:
Servizio pari opportunità
+41 58 666 4612
equality@usi.ch