Novità all'USI: nuovo Master in comunicazione interculturale

2003-06-23T00:00:00+02:00

La Facoltà di scienze della comunicazione dell’Università della Svizzera italiana (USI) ha ideato un nuovo programma di formazione post laurea: l’executive Master in comunicazione interculturale con inizio nella prima metà del 2004. La nuova offerta formativa si rivolge a professionisti attivi in settori, nei quali la gestione della multiculturalità assume un ruolo di primo piano: le organizzazioni non governative e quelle internazionali, l’amministrazione pubblica, le aziende, i media e il turismo. L’executive master intende fornire ai partecipanti gli strumenti essenziali di analisi e di gestione delle situazioni multiculturali con l’obiettivo di favorire il rispetto reciproco e la valorizzazione delle diverse culture. Il Master avrà una durata di circa 18 mesi a tempo parziale. I corsi saranno prevalentemente in francese e in inglese.

La crescente apertura internazionale dei sistemi economici ha rafforzato la mobilità delle persone e creato nuovi situazioni d’interazione fra persone e gruppi provenienti da paesi con culture e mentalità diverse. Per gestire in modo efficace i problemi generati da queste situazioni e trasformare nella realtà quotidiana le potenzialità sono necessari strumenti d’analisi scientifica e di management adeguati. L’Università della Svizzera italiana che accoglie 1500 studenti di 35 nazionalità diverse si contraddistingue per il suo orientamento plurilingue, internazionale e multidisciplinare . “Il nuovo executive master in comunicazione interculturale consente all’USI di sviluppare il suo ruolo fondamentale di ponte accademico fra regioni e culture diverse e mettere a profitto le competenze scientifiche e didattiche della Facoltà di scienze della comunicazione,” ha sottolineato Edo Poglia, decano della Facoltà di scienze della comunicazione e co-direttore scientifico del Master.

Lo studio di fattibilità ha permesso di sottoporre ad attenta verifica l’offerta di formazione in Svizzera e all’estero. Nelle università svizzere manca un programma integrato incentrato sulla comunicazione interculturale, che permette il conseguimento di un titolo di Executive Master. Anche in Europa i programmi di studio che portano a un titolo accademico in comunicazione interculturale sono pochi. “Lo studio di fattibilità ha messo in evidenza la mancanza di un master interdisciplinare e integrato nell’ambito della comunicazione interculturale. Il nuovo master colma quindi una lacuna in questo ambito,“ ha affermato Peter Praxmarer, responsabile dello studio di fattibilità.

Il nuovo Master è stato creato per rispondere da un lato ai bisogni di professionisti coinvolti nella gestione della multiculturalità con compiti operativi e dirigenziali, e dall’altro a quelli di persone con un ruolo importante nella promozione della convivenza culturale: “Il Master intende fornire gli strumenti d’analisi per favorire il passaggio da una situazione di multiculturalità a una di interculturalità, caratterizzata dal rispetto e dalla valorizzazione delle diverse culture che s’incontrano,” ha affermato Mimi Lepori Bonetti, Presidente di FOSIT (Federazione organizzazioni non governative Svizzera italiana) e responsabile delle relazioni con le organizzazioni non governative e le istituzioni nell’ambito del nuovo master.

Il Master si propone di contribuire a comprendere e gestire in modo più efficace le situazioni, nelle quali persone di lingua e cultura diversa sono chiamate a interagire, ha proseguito Athanosios Moulakis, direttore dell’Istituto degli Studi mediterranei dell’USI, co- direttore scientifico del Master.

Il Master che comprende 20 moduli da 30 ore ciascuno - ha una durata complessiva di circa 18 mesi a tempo parziale ed è suddiviso in due sezioni: la prima offre gli strumenti d’analisi delle situazioni multiculturali, la seconda si concentra sul management delle situazioni multiculturali nella realtà quotidiana. I corsi sono completati da un laboratorio di discussione interculturale, nel quale i partecipanti hanno l’opportunità di applicare le basi teoriche e metodologiche a progetti ed esperienze specifiche, e da un lavoro personale incentrato su progetti professionali.
“La didattica sarà adattata alle necessità dei partecipanti, combinando lezioni al Campus di Lugano con insegnamento a distanza basato sulle nuove tecnologie. Ai partecipanti è offerta l’opportunità di beneficiare dei sostegni didattici e dei corsi di lingua già offerti dall’USI”, ha rilevato Osvaldo Arrigo, direttore operativo del Master.

Informazioni:

Osvaldo Arrigo, direttore operativo Executive Master in comunicazione interculturale, osvaldo.arrigo@usi.ch

http://www.mic.usi.ch

 

Eventi
20
Ottobre
2021
20.
10.
2021

Body Swap: esperienza di realtà virtuale empatica

Accademia di architettura, Facoltà di comunicazione, cultura e società, Facoltà di scienze biomediche, Facoltà di scienze economiche, Facoltà di scienze informatiche

Lettura collodiana 2021

Facoltà di comunicazione, cultura e società