Sostegno ai corsi di rianimazione cardiopolmonare di base proposti da Mil@UniTi

Corporazione delle studentesse e degli studenti

Nr. di riferimento della Decisione: D-1020-02

 

Il Consiglio studentesco, nella sua seduta del 6 ottobre 2020, ha deciso di sostenere con un credito di 4’700 CHF una proposta candidata dall'associazione studentesca MilUniTi. La proposta consiste nella realizzazione di corsi di rianimazione cardiopolmonare di base e di uso del defibrillatore, tenuti da soccorritori professionisti della Croce Verde Lugano (organizzazione senza scopo di lucro). I corsi si terranno nel semestre primaverile 2021 e si rivolgono a tutti gli interessati ad apprendere i primi elementi di primo soccorso in caso di arresto cardiocircolatorio. Permetteranno di ottenere il certificato BLS-DAE SRC che attesta l'abilitazione per l'applicazione in civile delle pratiche apprese. Il sostegno – aggiungendovi i 250 CHF già ottenuti dall’associazione nello scorso semestre come finanziamento a fondo perso – è finalizzato nello specifico a coprire il costo dei corsi (120 CHF per persona), permettendo la partecipazione gratuita di 35 studenti, e a coprire i costi organizzativi (750 CHF complessivi per la prenotazione degli spazi, i cui costi sono aumentati in seguito alla situazione COVID, e per l’acquisto e lo smaltimento di materiale sanitario monouso). Il sostegno è conferito alle condizioni specificate nelle Osservazioni e sarà versato a consuntivo, sulla base delle effettive partecipazioni e delle effettive spese sostenute. Il Consiglio ha deciso di sostenere la proposta per il suo valore, in modo coerente con l'obiettivo della Corporazione di sostenere le iniziative delle associazioni studentesche. 

 

Le ragioni della Decisione in dettaglio
Il Consiglio studentesco appoggia il progetto per il suo valore sociale e solidale, per il suo contributo alla crescita umana della comunità studentesca, per il suo legame molto concreto con un concetto chiave per l’Università (e non solo) quale quello di responsabilità. Formare persone che saranno poi in grado di effettuare un intervento di emergenza, sul campus o altrove, è un obiettivo nobile e meritevole, che – tra le altre cose – restituisce una buona immagine delle studentesse e degli studenti dell’USI e del loro impegno verso la comunità.

 

Osservazioni
Il sostegno è vincolato all'elaborazione di un dossier consuntivo del progetto ed è conferito alla condizione che MilUniTi si impegni nella misura del possibile per:

  • allargare la partecipazione (senza ulteriori aggravi) a 50 studenti;
  • cercare sponsor e soluzioni logistiche per abbassare la quota a carico della Corporazione, idealmente di ca. 1’000-1’500 CHF; il Consiglio studentesco invita in particolare a lavorare sulle sponsorizzazioni anche in un’ottica di lungo periodo, non potendo assicurare anche in futuroa questa meritevole iniziativa un sostegno dell’entità di quello deciso in quest’occasione;
  • prevedere d’intesa con i partner anche un momento formativo più generalizzato e aperto a un maggior numero di studenti, ad esempio attraverso la diffusione di un videocorso (senza rilascio di attestato).

 

Le modalità della Decisione
La Decisione è stata presa dal Consiglio studentesco all’unanimità.

 

Termine per opporre Referendum studentesco
Contro la presente Decisione è possibile lanciare Referendum studentesco entro il 21 ottobre 2020.