Eventi
Settembre
2019

Retrospettiva 1° Convegno Italiamo (2013)

Alla prima edizione del convegno Italiamo, svoltosi il 6 e 7 settembre 2013, hanno partecipato oltre 150 docenti d'italiano provenienti da quasi tutti i cantoni.

Il convegno si è articolato in presentazioni, dibattiti, un'area fieristica e una tavola rotonda (vedi il programma e la lista dei relatori). Ogni docente, gruppo di docenti, scuola o sezione cantonale d'italiano ha avuto a disposizione un tavolo da allestire nella parte fieristica per presentare attività di promozione dell'italiano (esistenti o in programma), nonché la posizione e il ruolo dell'insegnamento dell'italiano nel sistema scolastico del proprio cantone e nella propria scuola. Gli incontri, le presentazioni, i dibattiti e la tavola rotonda conclusiva, da parte loro, hanno offerto l'occasione di scambiarsi idee e di portare il proprio punto di vista a chi opera nella Svizzera italiana.

Per una sintesi dei risultati principali del convegno, è possibile leggere il rapporto conclusivo e richiedere la relativa rassegna stampa.

Per domande o commenti, non esitate a scrivere a nicole.bandion@usi.ch e sperd-to@gmx.ch.

Il convegno italiamo si è svolto un anno dopo la tavola rotonda "Come promuovere l'italiano" tenutasi all'USI sabato 8 settembre 2012 e organizzata in collaborazione con la sezione cantonale dei docenti d'italiano di Berna.

 

Gli organizzatori ringraziano tutti coloro che hanno partecipato e collaborato al convegno, in particolare Sara Alloatti, docente all'Università di Zurigo e al liceo Hohe Promenade, e Regula Mäder, docente al liceo Thun-Schadau e responsabile della sezione cantonale dei docenti d'italiano di Berna, per il loro grande contributo all'ideazione di italiamo.

Venerdì 6 settembre 2013

13.00-13.15

Registrazione all'entrata principale dell'USI Università della Svizzera italiana, Via G. Buffi 13, Lugano
Ogni partecipante riceverà un badge sul quale figureranno il proprio nome e la scuola di appartenenza.

13.15-13.30
Auditorio

Benvenuto
Il Presidente dell'USI Piero Martinoli e il Presidente dell'ASPI Donato Sperduto daranno il benvenuto ai partecipanti

13.30-13.50
Auditorio

Introduzione al convegno "italiamo"
Dopo un breve resoconto sulla situazione attuale dell'insegnamento dell'italiano in Svizzera verranno presentate la filosofia del convegno "italiamo" e il programma delle due giornate.
Resoconto sulla situazione: Mathias Picenoni; presentazione del convegno: Nicole Bandion

14.00-14.30
Auditorio

L'Associazione svizzera dei professori d'italiano (ASPI) e la promozione dell'italiano
Come rendere più affascinante l'italiano nei licei d'oltralpe grazie alla collaborazione fra docenti di vari Cantoni? Interventi da parte di membri del comitato ASPI e discussione con il pubblico.
Relatori: Ursula Jäger, Marina Fossati Menoud, Romano Mero, Rosanna Margonis-Pasinetti, Donato Sperduto

14.30-14.45
Auditorio

La piattaforma http://www.italianoascuola.ch: uno strumento per la promozione dell'italiano
Usare una piattaforma internet condivisa per rimanere in contatto e unire le forze.
Presentazione da parte di Sara Alloatti; seguirà una breve discussione.

15.00-16.00
Aula A31

Insegnare italiano oltre i confini dell'italofonia: Fabio Pusterla dialoga con Pietro De Marchi. Prospettive e dibattito attorno alle sorti di un insegnamento minacciato.

16.00-16.30
Aula A31

Per un Centro di didattica dell'italiano nella Svizzera italiana
Sarà presentato il progetto di creazione di un Centro di didattica dell'italiano nella Svizzera italiana a cui stanno lavorando concordemente l'Istituto di studi italiani dell'USI;  il Dipartimento formazione e apprendimento della SUPSI; il Dipartimento dell'educazione, della cultura e dello sport del Cantone Ticino; il Dipartimento dell'educazione e cultura dei Grigioni. Relatore: Marcello Ostinelli

16.30-17.30

Pausa caffè
Nell'atrio dell'auditorio sarà offerto un rinfresco, che sarà l'occasione per un momento di incontro informale fra i partecipanti

17.30-19.30
Auditorio

Tavola rotonda "Un anno di promozione dell'italiano: soluzioni adottate e soluzioni ancora da adottare"
Esattamente un anno fa si è svolta la prima tavola rotonda nella Svizzera italiana dal titolo "Come promuovere l'italiano oltralpe?". Nel frattempo il Consiglio di Stato ticinese ha istituito il "Forum per la promozione dell'italiano", sono stati organizzati vari convegni e sono state intraprese diverse azioni di promozione. A un anno di distanza un rappresentante del suddetto Forum, un membro del gruppo di lavoro sulla salvaguardia dell'italiano della Commissione svizzera di maturità (CSM), il Presidente dell'ASPI, uno scrittore e docente dell'Istituto di studi italiani (USI) e la delegata al plurilinguismo a livello federale presenteranno i risultati ottenuti e esporranno idee concrete per il futuro. Seguirà una discussione in aula. Relatori: Mario Battaglia, Diego Erba, Nicoletta Mariolini, Fabio Pusterla, Donato Sperduto. Moderazione: Giancarlo Dillena

20.30

Cena al Canvetto Luganese (è possibile riservare il giorno stesso ancora il proprio posto presso lo stand d'informazione - il menù è di 40.- CHF ed è a carico dei singoli partecipanti)

Sabato 7 settembre 2013

8.00-8.50

Registrazione all'entrata principale dell'USI Università della Svizzera italiana, Via G. Buffi 13.
Allestimento degli stand nell'Aula magna
.

9.00-9.15
Auditorio

Benvenuto
Breve riassunto della prima giornata del convegno, presentazione del programma della seconda giornata e introduzione della "lavagna delle idee". Moderazione: Nicole Bandion

9.20-9.50

Aula A11

Aula A12

Laboratorio a scelta:

  • Soggiorni linguistici dell'USI durante l'estate: per liceali d'oltralpe tra i 15 e 20 anni che studiano l'italiano da almeno un anno. Bilancio delle prime due edizioni e previsioni per il futuro. Relatrice: Susanne Stigen Pescia
  • Presentazione del curriculum minimo d'italiano (CMI) e del progetto CIR (Curriculum di Italiano Ricettivo). Relatrici: Sabine Christopher Guerra, Elena Maria Pandolfi e Barbara Somenzi
    • CMI: un programma extra-curriculare per introdurre la terza lingua nelle scuole dell'obbligo nella Svizzera tedesca.
    • CIR: capire l'italiano in Svizzera: un progetto per promuovere l'intercomprensione fra le comunità linguistiche in Svizzera. - Il manuale "Capito?" sviluppato nell'ambito del progetto è rivolto ad adulti francofoni o germanofoni con conoscenze del francese. Può essere utilizzato per l'insegnamento in classe o per l'autoapprendimento.

10.00-11.00
Aula Magna

Spazio fieristico
Docenti e gruppi di docenti potranno presentare al proprio tavolo i vari modi in cui l'italiano viene offerto nella propria scuola e/o cantone (solo opzione specifica, corsi integrativi, ...), nonché azioni intraprese o idee future per la promozione dell'italiano. L'idea è scambiarsi "trucchi" e favorire nuove possibili collaborazioni fra docenti.

11.10-11.30
Aula A11

E se facessimo una campagna pubblicitaria nazionale per promuovere l'italiano?
Rendere l'italiano più attrattivo nei licei passa anche attraverso una sensibilizzazione della popolazione nel suo insieme. In quest'ottica, Florian Anderhub dell'agenzia di comunicazione ANDER.GROUP presenterà varie riflessioni per una campagna promozionale a favore della lingua italiana nelle altre regioni linguistiche della Svizzera.

11.40-12.30
Aula A11

Quale ruolo svolgono e potrebbero svolgere la CORSI e la RSI nella promozione della lingua e cultura della Svizzera italiana nel contesto nazionale?
La CORSI (Società cooperativa per la Radiotelevisione svizzera di lingua italiana, una delle quattro società regionali che compongono la Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR) e la RSI presenteranno il loro ruolo e i loro obiettivi ed entreranno in dialogo aperto con i docenti, che avranno l'occasione di presentare le loro idee per future collaborazioni. Relatori: Dino Balestra, Anna Biscossa,Yvonne Pesenti Salazar. Moderazione: Natascha Fioretti

12.30-13.30

Pausa pranzo (possibilità di smontare gli stand)

13.30-13.50
Aula A11

"Spostare" la Svizzera italiana nei licei della Svizzera tedesca e romanda è possibile?
L'USI presenterà un nuovo progetto che intende "portare" la Svizzera italiana nei licei d'oltralpe durante una settimana di scuola (tramite conferenze, concerti e allestimenti particolari), senza disturbare la normale griglia oraria. Quest'iniziativa sarà proposta per la prima volta al liceo Spiritus Sanctus di Briga dal 23 al 27 settembre e nel 2014 in vari licei della Svizzera tedesca e romanda. Relatrici: Nicole Bandion, Lucia Gsponer

14.00-14.30
Aula A11

Laboratorio "lavagna delle idee - convegno 2013"
Alla base di questo convegno c'è la volontà di far emergere proposte concrete per la promozione dell'italiano e di creare una rete di collaborazione e supporto fra docenti e rappresentanti della Svizzera italiana, per poter in seguito realizzare davvero i progetti delineati.
A questo scopo verranno raccolte da una a tre proposte di promozione dell'italiano per ogni gruppo di docenti. Moderazione: Nicole Bandion, Donato Sperduto

14.30-15.15

Pausa caffè in auditorio (possibilità di smontare gli stand)
Durante la pausa gli organizzatori prepareranno la "lavagna delle idee".

15.15-16.15
Auditorio

Quali azioni intende intraprendere il "Forum per la promozione dell'italiano in Svizzera", fondato dal Consiglio di Stato ticinese nel novembre 2012, per la salvaguardia dell'italiano? Presentazione della lavagna delle idee.
Verranno presentati il funzionamento e gli obiettivi del Forum, i suoi membri, la sua agenda e i mezzi a sua disposizione. Lo spazio maggiore sarà dedicato, tuttavia, alla discussione, che offrirà la possibilità di interpellare i membri del Forum su questioni e idee emerse durante le due giornate. A tale scopo sarà presentata la "lavagna delle idee" su cui i vari docenti avranno appeso le loro proposte, che verranno lette dal moderatore dell'incontro. Relatori: Ignazio Cassis, Diego Erba, Moderazione: Natascha Fioretti

16.15-16.30

Chiusura del convegno, bilancio delle due giornate e saluto

Sara Alloatti. Co-autrice di “Tracce”. Redattrice di italianoascuola.ch. Liceo Hohe Promenade (ZH), Università di Zurigo

Florian Anderhub. Chief Executive Officer, Ander Group

Dino Balestra. Direttore, Radiotelevisione svizzera di lingua italiana (RSI)

Nicole Bandion. Responsabile, Servizio promozione e Soggiorni linguistici, Università della Svizzera italiana (USI)

Mario Battaglia. Direttore del gruppo di lavoro sullo studio dell’italiano in Svizzera, Commissione svizzera di maturità

Anna Biscossa. Vicepresidente, Società cooperativa per la Radiotelevisione svizzera di lingua italiana (CORSI)

Ignazio Cassis. Consigliere nazionale. Co-Presidente Intergruppo parlamentare Italianità, Consiglio nazionale

Giancarlo Dillena. Direttore, Corriere del Ticino

Pietro De Marchi. Professore titolare, Romanisches Seminar, Università di Zurigo

Diego Erba. Coordinatore, Forum per l’italiano in Svizzera

Natascha Fioretti. Osservatorio europeo di giornalismo (EJO), Università della Svizzera italiana (USI)

Lucia Gsponer. Docente di italiano, Liceo Spiritus Sanctus (VS)

Sabine Christopher Guerra. Co-responsabile progetti CMI e CIR, Università della Svizzera italiana (USI). Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI)

Ursula Jäger. Membro comitato ASPI, Liceo di Trogen (AR)

Nicoletta Mariolini. Delegata al plurilinguismo, Confederazione svizzera

Piero Martinoli. Presidente, Università della Svizzera italiana (USI)

Marina Fossati Menoud. Membro comitato ASPI, Liceo di Nyon (VD)

Romano Mero. Membro comitato ASPI. Responsabile corsi di formazione continua per insegnanti di italiano. Centro di formazione continua WBZ CPS, Liceo Artistico (ZH)

Marcello Ostinelli. Membro Direzione del Dipartimento formazione e apprendimento, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI)

Elena Maria Pandolfi. Co-responsabile progetto CIR, Osservatorio linguistico della Svizzera italiana (OLSI)

Rosanna Margonis-Pasinetti. Membro comitato ASPI, Alta scuola pedagogica Vaud

Susanne Stigen Pescia. Responsabile, Corsi di italiano per studenti non italofoni, Università della Svizzera italiana (USI)

Mathias Picenoni. Vicepresidente, Pro Grigioni Italiano, Liceo di Schiers (GR)

Fabio Pusterla. Docente di italiano, Liceo Lugano 1, Istituto di studi italiani dell'Università della Svizzera italiana

Yvonne Pesenti Salazar. Responsabile, Percento Culturale, Migros Ticino. Membro di Direzione, Società cooperativa per la Radiotelevisione svizzera di lingua italiana (CORSI)

Barbara Somenzi. Co-responsabile dei progetti CMI e CIR. Alta scuola pedagogica Zurigo, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI)

Donato Sperduto. Presidente ASPI, Liceo di Sursee (LU)