Eventi

Presente e futuro del patrimonio immateriale protetto dall'UNESCO

Un'immagine delle Processioni della Settimana Santa di Mendrisio (foto ©Mendrisiotto Turismo)
Un'immagine delle Processioni della Settimana Santa di Mendrisio (foto ©Mendrisiotto Turismo)

Servizio comunicazione istituzionale

Che cos’è il patrimonio immateriale protetto dall’UNESCO? Perché ha senso difenderlo e come promuoverlo al meglio nel mondo digitale? Quali sono i casi più promettenti? Sono queste alcune delle domande alle quali si cercherà di dare risposta la prossima domenica 28 luglio alle ore 17:30 in un incontro aperto al pubblico intitolato “La candidatura ticinese alla Lista rappresentativa dei beni immateriali culturali e i Patrimoni UNESCO”. La conferenza avrà luogo all’interno della «Maison Ticino» presso il Grand Hotel du Lac a Vevey, nel contesto della Fête des Vignerons.  

Il Prof. Lorenzo Cantoni dell’Università della Svizzera italiana (USI), responsabile della Cattedra UNESCO dedicata alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, al turismo sostenibile e al patrimonio mondiale, approfondirà il concetto stesso di patrimonio culturale immateriale, ripercorrendone la storia e la valenza per il futuro. L’incontro offrirà inoltre l’opportunità di presentare i perché dell’unica candidatura ticinese di questo genere, che su presentazione del Consiglio federale punta a iscrivere le Processioni della Settimana Santa di Mendrisio nella lista delle tradizioni immateriali protette. Alla conferenza parteciperanno infatti anche Juri Clericetti (OTR Bellinzona) e Nadia Lupi (OTR Mendrisio), responsabili delle due organizzazioni turistiche ticinesi (Bellinzonese e Alto Ticino, e Mendrisiotto e Basso Ceresio) che già vantano un sito patrimonio dell’UNESCO (I Castelli di Bellinzona e Il Monte San Giorgio). Al dialogo parteciperà anche il presidente della Fondazione Processioni della Settimana Santa di Mendrisio Gabriele Ponti

Nel 1972 l’UNESCO ha definito la Convenzione per la protezione del patrimonio mondiale culturale e naturale. La Convenzione intende proteggere siti di valore universale eccezionale, così che possano essere presentati alla nostra generazione e tramandati a quelle future. La Svizzera ha attualmente registrato 12 siti nella lista del patrimonio mondiale. Nel 2003 si è aggiunta la Convenzione per la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale, che tutela tradizioni ed espressioni orali, arti dello spettacolo, consuetudini sociali, eventi rituali e festivi, artigianato tradizionale. La Svizzera ha già quattro elementi registrati, tra cui la Fête des Vignerons, e ha candidato le Processioni della Settimana Santa di Mendrisio. 

Alla conferenza seguirà un rinfresco offerto da Maison Ticino. 

Cattedra UNESCO dell’USI
http://unescochair.usi.ch 

Bellinzonese e Alto Ticino Turismo
www.bellinzonese-altoticino.ch        

Organizzazione Turistica Regionale Mendrisiotto e Basso Ceresio
www.mendrisiottoturismo.ch
 

Fête des Vignerons
www.fetedesvignerons.ch