Eventi

Struttura organizzativa Facoltà e istituti

Facoltà

All’interno dell’assetto organizzativo dell’USI, le Facoltà godono di ampia autonomia in tema di formazione e ricerca. La loro struttura fondamentale, definita nello statuto dell’Università, contempla gli organi descritti di seguito.

  • Decanato

Il Decanato è composto da Decano e vice Decani; all’Accademia l’organo è definito Direzione ed è composto da Direttore, vice Direttore, Coordinatore di Direzione e Amministratore dell’Accademia. Il Decano (Direttore), assistito dai vice Decani – e all’Accademia dagli altri membri della Direzione – dirige e amministra la Facoltà, implementando le decisioni prese dal Consiglio di Facoltà e dal Consiglio dei professori; rappresenta inoltre la Facoltà in seno al Consiglio dell’Università.

  • Consiglio di Facoltà

Il Consiglio di Facoltà (Consiglio dell’Accademia) si pronuncia su tutte le questioni relative agli interessi generali della Facoltà, segnatamente sulle attività didattiche e di ricerca. In particolare, adotta i piani e i regolamenti degli studi, definisce i criteri delle posizioni accademiche messe a concorso ed elegge i rappresentanti della Facoltà in seno agli organi interni ed esterni all’Università. Presieduto dal Decano, il Consiglio di Facoltà è costituito da tutti i professori stabili (professori ordinari, straordinari, assistenti, titolari, aggregati), dai rappresentanti degli studenti e dai rappresentanti di docenti a contratto e/o corpo intermedio (assistenti, medici docenti di pratica clinica, architetti collaboratori di atelier, collaboratori scientifici, collaboratori didattici, lettori di lingua).

  • Consiglio dei professori

Il Consiglio dei professori (o Consiglio di Facoltà ristretto) individua i membri della Facoltà da coinvolgere nel processo di nomina dei nuovi professori, attribuisce i corsi ai docenti a contratto e propone i titoli di Dottore honoris causa e Professore emerito. È presieduto dal Decano ed è composto da tutti i professori di ruolo (ordinari e straordinari).

Per dettagli e particolarità sugli aspetti organizzativi di ciascuna Facoltà, rinviamo ai rispettivi statuti:

 

 

Comitato di direzione

Il Comitato di direzione è un’unità di coordinamento delle Facoltà tra di loro e con il Rettorato. Coadiuva il Rettore e gli altri membri del Rettorato nella conduzione ordinaria dell’USI. È composto dai membri del Rettorato e dai Decani delle Facoltà.

 

Decani attuali:

Riccardo Blumer

Direttore dell'Accademia di architettura

Riccardo Blumer, cittadino svizzero, compie i suoi studi di architettura al Politecnico di Milano, dove si laurea nel 1982. Dal 1983 al 1988 lavora presso lo studio dell’architetto Mario Botta, a Lugano. Da allora svolge la sua attività di architetto, costruendo numerosi edifici privati in Italia, e di designer, lavorando con aziende quali Alias, Artemide, Desalto, Poliform, Ycami, B&B, Flou di interior e per realtà quali il Teatro alla Scala di Milano, la Triennale di Milano, Palazzo Ducale a Genova e il Musée du Président Jacques Chirac a Sarran. Nel 1997 vince il premio Design Preis Schweiz e nel 1998 il Compasso d’Oro, seguiti da altri riconoscimenti di minore importanza, sempre con la sedia Laleggera prodotta da Alias. Negli anni si è sempre più concentrato su questioni di tipo strutturale attraverso la minimizzazione delle parti, con esperimenti tra fisica ed estetica e produzione diretta di fenomeni creativi; su queste basi ha fondato il gruppo di lavoro “blumerandfriends”, con cui ha sviluppato un importante attività di ricerca attorno a nuovi esercizi, installazioni ed esposizioni. È stato docente presso numerose scuole universitarie, tra cui lo Iuav di Venezia, l’Università di San Marino, la Naba, lo Ied e il Politecnico di Milano. Dal 2013 è professore titolare all’Accademia di architettura, che ha selezionato come luogo principale di lavoro e di cui è Direttore dal 1° settembre 2017. Nel 2010 le sue sedie Laleggera per Alias e Entronauta per Desalto sono state inserite nella collezione permanente del MoMA di New York.

Pagina personale e contatti

Mario Bianchetti

Decano della Facoltà di scienze biomediche

Mario Bianchetti (1949) si è diplomato in medicina umana all’Università di Berna nel 1975, specializzandosi successivamente in pediatria e nefrologia pediatrica. È stato primario di pediatria presso l’Ospedale regionale di Bellinzona e Valli e l’Ospedale regionale di Mendrisio (2003-2012), direttore sanitario dell’Ospedale regionale di Bellinzona e Valli (2010-2012) e direttore scientifico del Dipartimento di pediatria della Svizzera italiana, EOC (2013-2014). Dopo il dottorato in medicina (M. D.) all’Università di Berna (1980), ha svolto periodi di ricerca presso il medesimo ateneo, l’Università di Ginevra, l’Hôpital Necker Enfants Malades (Parigi, Francia) e la Clinica De Marchi (Milano, Italia). È stato Professore assistente e quindi Professore ordinario all’Università di Berna, dove ha diretto il Dipartimento di pediatria e nefrologia dal 1997 al 2003. È Decano della Facoltà di scienze biomediche dell’USI.

Pagina personale e contatti

Gianluca Colombo

Decano della Facoltà di scienze economiche

Gianluca Colombo è Professore ordinario di economia aziendale presso la Facoltà di scienze economiche. Precedentemente è stato Professore ordinario presso l’Università dell’Insubria, Professore associato presso l'Università Bocconi di Milano e l’Università degli Studi di Pavia, nonché Professore supplente alla Sapienza Università di Roma. È stato Professore invitato presso l’EM di Lione, presso il GRASCE dell’Università di Aix–Marseille III e presso l’Università Federico Santa Maria di Valparaiso (Cile). È membro dell’EURAM (Accademia europea di management) e dell’Academy of Management. Ha pubblicato numerosi libri e articoli scientifici nel campo del management strategico, delle acquisizioni e fusioni d’impresa, delle teorie della complessità, dell’imprenditorialità e delle imprese familiari. Svolge attività di consulenza nel settore delle imprese familiari ed è Direttore dell'USI EMBA - Executive Master in Business Administration. È Decano della Facoltà di scienze economiche dal 1° settembre 2019. 

Pagina personali e contatti 

Antonio Carzaniga

Decano della Facoltà di scienze informatiche

Antonio Carzaniga è Professore ordinario e membro fondatore (dal 2004) della Facoltà di scienze informatiche. Dal 2001 al 2007 è stato anche Assistant Research Professor al Department of Computer Science della University of Colorado at Boulder. Antonio Carzaniga ha conseguito la laurea in Ingegneria elettronica e il dottorato in Informatica al Politecnico di Milano. I suoi principali interessi di ricerca  riguardano le aree dei sistemi distribuiti e dell'ingegneria del software e in particolare le reti ad indirizzamento basato sul contenuto (content-based networking), le reti centrate sull'informazione (information-centric networking), i sistemi publish/subscribe distribuiti, il middleware, l'adattabilità e gli automatismi per la tolleranza agli errori del software (software adaptability and automatic fault tolerance), e la verifica del software. In passato, Antonio Carzaniga ha anche condotto ricerche nelle aree della gestione delle configurazioni del software e del codice mobile. È Decano della Facoltà di scienze informatiche dal 1° settembre 2017.

Pagina personale e contatti

Istituti

 

Sulla base dello statuto dell’USI, gli istituti sono unità di formazione e ricerca sostenute da una Facoltà o da più Facoltà congiuntamente, previa ratifica del Consiglio dell’Università.

Le competenze, i compiti, l’organizzazione e i membri degli istituti sono precisati in un accordo tra le Facoltà che sostengono l’istituto e il Rettorato (detto “contratto di istituto”). Nel medesimo sono fissati gli ambiti e i limiti entro i quali l’istituto può impegnarsi in nome proprio verso terzi. Il contratto ha durata limitata, rinnovabile.

Gli istituti non hanno personalità giuridica propria e sono diretti da un direttore designato tra i propri professori di ruolo (ordinari e straordinari) nell’ambito del contratto.  

Expand All

  • Istituti affiliati

    L’affiliazione di un istituto di ricerca terzo all’USI è un processo che comporta l’integrazione dell’istituto nelle strategie e regole generali dell’USI. Gli istituti affiliati mantengono autonomia amministrativa.

    L’affiliazione è retta dalla Legge sull’Università della Svizzera italiana, art. 12a, e dallo Statuto dell'Università della Svizzera italiana, art. 6a.

  • Istituti associati

    L’associazione di un'entità terza all’USI permette una sinergia istituzionalizzata tra l’Università e l'entità associata in ambiti di interesse della politica universitaria cantonale, senza che l’entità venga integrata nelle strategie e regole generali dell’USI. L'associazione può essere a una o più Facoltà o all'Università in generale.

    L’associazione è retta dalla Legge sull’Università della Svizzera italiana, art. 12b.

  • Laboratori, centri, osservatori

    All’interno degli istituti, o in modo sinergico tra differenti istituti, possono essere create delle sotto-unità specializzate (laboratori, centri, osservatori, gruppi ...), con il compito di svolgere progetti di ricerca focalizzati e/o di curare aspetti specifici della formazione.