Eventi
Agosto
2020
Settembre
2020

Montagnes "globales" Mountain "global"

Accademia di architettura
Settembre
2020

L'IRB scopre il meccanismo di attivazione delle "cellule poliziotto" del nostro sistema immunitario

Il Dr. Roger Geiger
Il Dr. Roger Geiger

Servizio comunicazione istituzionale

Il corpo umano contiene quasi 200 miliardi di linfociti originari (le cosiddette “naïve T cells”), ovvero le cellule che diventeranno poi linfociti T – i “poliziotti” del nostro sistema immunitario. Un gruppo di ricercatori a livello internazionale, guidati dal Dr. Roger Geiger dell’Istituto di ricerca in biomedicina (IRB, affiliato all’USI), è riuscito a capire come queste cellule originarie vengono attivate e come maturano. Capire nel dettaglio come avviene quest’operazione molto complessa può aiutare a migliorare la comprensione anche di diverse patologie (comprese quelle oncologiche), in cui i linfociti T non funzionano a dovere. Lo studio è stato pubblicato lo scorso 6 luglio sulla prestigiosa rivista scientifica Nature Immunology.

Le naïve T cells pattugliano continuamente il corpo umano in uno stato di quiescenza, pronti a rispondere a potenziali minacce. Di conseguenza, possono rimanere inattive per diversi anni in uno stato simile a quello delle spore e quindi consumano poche sostanze nutritive ed energia. Tuttavia, se incontrano un antigene (una proteina in grado di essere riconosciuta dal sistema immunitario come estranea o potenzialmente pericolosa) da un agente patogeno o una cellula maligna, questi linfociti originari subiscono rapidamente un programma di differenziazione notevole per montare una risposta immunitaria robusta. Pertanto, i linfociti devono affrontare un compromesso tra la minimizzazione della loro attività metabolica e il mantenimento di uno stato di massima preparazione per una rapida esecuzione del programma di attivazione.

Lo studio contribuisce anche a una comprensione quantitativa della risposta dei linfociti. Per giungere alla loro scoperta, infatti, il Dr. Geiger e i suoi colleghi hanno anche messo a punto un algoritmo, molto sofisticato, per misurare la “quantità” di mRNA (RNA messaggero) che viene prodotto durante l’attivazione dei linfociti originari.

L’articolo intitolato “Dynamics in protein translation sustaining T cell preparedness” è disponibile al sito web: www.nature.com/articles/s41590-020-0714-5

Un commento scientifico all’articolo è disponibile sul sito di Nature al seguente link: www.nature.com/articles/s41590-020-0726-1

Facoltà

Rubriche