Stefano Faravelli all'USI: appuntamento con il pittore filosofo, autore di carnet di viaggio

Servizio comunicazione istituzionale

20 Marzo 2006

Si terrà Martedì 21 marzo all’Università della Svizzera italiana di Lugano, alle 18.30 nell’aula A11, il nuovo appuntamento con i “Quartieri d'inverno” della Scuola del viaggio, l’originale iniziativa ideata da Claudio Visentin, docente di Storia culturale del turismo (Cultural History of Tourism ), che ripropone in chiave attuale la grande tradizione dell'Arte di viaggiare, intesa come riflessione sul percorso dal consueto verso l'altro e l'altrove, sulle tracce dei grandi viaggiatori di ieri e di oggi.

Il protagonista di quest’appuntamento dei “Quartieri d’inverno” - una serie di incontri con grandi viaggiatori, artisti, teorici del viaggio - sarà Stefano Faravelli, pittore, filosofo, autore di carnet sull’India, il Mali e la Cina.

“Cina, un viaggio pittorico”, questo il titolo dell’incontro, sarà l’occasione per presentare il carnet sulla Cina, un viaggio nel cuore antico del paese che inizia nella Città Proibita di Pechino e prosegue in regioni remote e ricche di storia come lo Xinjian, il Gansù, il Sìchuan e lo Yúnnán, delle quali Faravelli ritrae paesaggi, animali e scene di vita quotidiana.

L’incontro, organizzato in collaborazione con Biblioteca universitaria di Lugano, Business and Professional Women Club Ticino, Fondazione Bosca, Garnell Corporate Finance & Restructuring, Hotellerie Suisse Lugano, si terrà martedì 21 marzo alle 18.30, presso la sede dell’USI (Aula A11).

Oltre ai “Quartieri d’inverno”, la Scuola del Viaggio organizza per gli studenti delle Università di Lugano, Pavia, Pisa, una Summer School a Marsala (Trapani). La scuola, avviata con successo nell’estate 2005, si ripeterà quest’anno dal 23 al 30 luglio.

STEFANO FAVARELLI (1959), nasce a Torino dove si forma all’Accademia di belle arti. La varietà dei suoi interessi lo spinge a laurearsi in filosofia e a seguire studi orientalistici, mentre come pittore svolge un’intensa attività espositiva in Italia e all’estero. Questa doppia vocazione di peintre-savant lo orienta verso il carnet di viaggio, dapprima in India (Sindh. Quaderno indiano, 1994) e ora in Mali e in Cina (Mali, Carnet di Viaggio; Cina, Carnet di Viaggio, EDT 2005).

 

Per maggiori informazioni:

www.scuoladelviaggio.it

oppure contattare:
Paola Donatucci
tel. 333 3919169
[email protected]
www.campusmarsala.it