Eventi
Maggio
2018
Maggio
2018

Diritto processuale penale

Facoltà di scienze della comunicazione, Facoltà di scienze economiche, Facoltà di scienze informatiche

Con il GDPR, la "privacy" diventa "data protection"

Servizio comunicazione e media

Il 25 maggio 2018 è una data importante per i cittadini, le istituzioni e le aziende nell'Unione Europea, con possibile conseguenze anche per la Svizzera. In quella data, infatti, entra definitivamente in vigore il GDPR (General Data Protection Regulation), la nuova legge europea finalizzata ad armonizzare le singole vecchie leggi sulla tutela della sfera privata dei cittadini dei vari Stati membri dell'UE. Il rischio per chi non si adegua è quello di vedersi applicate le sanzioni del Garante europeo della protezione dei dati (European Data Protection Supervisor) nel caso di mancati adempimenti nei confronti del Regolamento - sanzioni che possono essere anche importanti (fino a 20 millioni di euro oppure fino al 4% della cifra d'affari aziendale globale).

Lo scopo primario del GDPR è di tutelare maggiormente le informazioni che le aziende e le istituzioni raccolgono sui cittadini UE, i quali devono essere esplicitamente informati sulla raccolta dei loro dati personali o sensibili, e sulla genere di trattamento che il titolare del dato, ossia l’azienda o istituzione che li raccoglie e li elabora, intende farne. L’intento secondario del Regolatore, ma non meno importante, è di sensibilizzare le aziende ad attuare misure concrete per la protezione dei dati in generale, in questo aggravarsi del contesto di rischio cyber degli ultimi anni.

Ma la GDPR avrà un impatto anche sulle aziende, le istituzioni, e i cittadini nella Confederazione? In occasione dell’entrata in vigore della nuova normativa UE, il prossimo 25 maggio, in Aula magna USI (campus di Lugano) con inizio alle ore 9:00, si terrà un simposio di discussione e informazione organizzata da ated-ICT Ticino, in collaborazione con USI, SUPSI, Clusis e Security Lab, con relatori di spicco che declineranno il tema nelle sue tre aree fondamentali: Aziende e industrie, Pubblica amministrazione e istituzioni, Sicurezza e cyber defense.

La partecipazione è soggetta a iscrizione e al versamento di una quota (prezzo agevolato per studenti USI): https://tickets.ated.ch/event/igdbb/

 

Questo il programma e i temi degli interventi, con inizio ore 9:30

 

  • Prolusione del Decano della Facoltà di scienze informatiche

Antonio Carzaniga, Decano della Facoltà di scienze informatiche - Università della Svizzera italiana

 

  • Pubblica amministrazione e Istituzioni

Sicurezza e protezione dei dati: tra ideale e realtà - Norman Gobbi, Consigliere di Stato, direttore del Dipartimento delle istituzioni del Cantone Ticino

 

  • Ricerca e Innovazione

GDPR and Directive 680 in security research and innovation (in inglese) - Zoltan Szekely, avvocato, Member of Europol Data Protection Experts Network (EDEN) and Security Data Protection Officer for several European security research projects (H2020).

 

  • Aziende e industrie

Come effettuare la valutazione del rischio? I comportamenti proattivi per una reale  applicazione del GDPR - Zulay Manganaro Menotti, Avvocato dell’Unione Europea dal Consejo General de la abogacía Española, dopo essersi stabilita presso l’ICAM di Madrid. È cultore della materia presso l’Università Cattolica di Milano.

Outsourcing: i dati sensibili gestiti dalla mia azienda sono davvero al sicuro? Il GDPR come strumento per (ri)appropriarsi del controllo di una risorsa fondamentale - Rocco Talleri, Avvocato, Studio legale Talleri Law e membro della task force dell’Information Security Society Switzerland per la procedura sulla revisione della Legge federale della protezione dei dati.

 

  • Sicurezza e Cyber Defense

Dalla Compliance alla reale Difesa del Patrimonio Aziendale - Paolo Lezzi, CEO di InTheCyber Organizzazione leader nella Cyber Defense e nell’Intelligence per supportare Aziende ed Istituzioni nella verifica della reale efficacia dei sistemi di Difesa.

 

A seguire:

12:30 Dibattito e discussione, moderato da Alessandro Trivilini, responsabile del servizio di informatica forense SUPSI e rappresentante per la Svizzera nel programma intergovernativo di cooperazione europea COST (CA16101) per la ricerca scientifica e tecnologica. 

13:15 Standing lunch e networking

Facoltà

Rubriche