Alla Dr. Elena Chestnova il Premio Theodor-Fischer 2018

Marlborough House: First Room. Casey, William Linnaeus, born 1835 - died 1870. (Copy Victoria and Albert Museum)
Marlborough House: First Room. Casey, William Linnaeus, born 1835 - died 1870. (Copy Victoria and Albert Museum)

Servizio comunicazione istituzionale

19 Luglio 2018

Il Zentralinstitut für Kunstgeschichte di Monaco di Baviera, un importante istituto di ricerca indipendente per la storia dell'arte, ha assegnato alla Dr. Elena Chestnova dell’Istituto di Storia e Teoria dell'Arte e dell’Architettura dell’USI il Premio Theodor Fischer 2018 per ricercatori emergenti. Il premio consiste in una borsa di studio assegnata ogni anno a partire dal 2002.

La dottoressa Chestnova ha ricevuto il premio per la sua tesi di dottorato "History in things: Gottfried Semper and popularization of the arts in London 1850-55". Il suo lavoro analizza il ruolo dei manufatti nella produzione intellettuale di Semper e propone l'"arte popolare" come fenomeno in grado di spiegare come questi artefatti siano stati pensati e raccontati quali luoghi di conoscenza nella società. La tesi ha preso in esame il periodo di tempo trascorso a Londra dall'architetto e teorico d'arte tedesco e come questo abbia contribuito allo sviluppo delle sue concezioni teoriche dell'arte.

“Sono onorata del riconoscimento da parte del Zentralinstitut für Kunstgeschichte” – ha sottolineato la Dr. Elena Chestnova – un Istituto che ospita una delle più importanti collezioni di libri e documenti sulla storia dell'arte a livello mondiale, fatto che lo rende un luogo privilegiato per la ricerca storico-artistica. È mia intenzione utilizzare la borsa di studio per avviare un nuovo progetto che si occuperà del trasferimento della conoscenza popolare nelle arti e la costruzione dell'identità nel XIX secolo”.

La tesi premiata, parte di un progetto più ampio svolto all’Istituto di Storia e Teoria dell'Arte e dell’Architettura in cooperazione con l’Istituto di Storia e Teoria dell’architettura dell’ETH Zurigo e finanziato dal Fondo Nazionale Svizzero per la Ricerca Scientifica, ha avuto la supervisione della Prof. Sonja Hildebrand: “E davvero motivo di soddisfazione – ha aggiunto la Professoressa – vedere come la qualità della nostra giovane ricercatrice non sia passata inosservata a una delle più importanti istituzioni del nostro settore. Un riconoscimento implicito anche all’approccio del nostro Istituto, che propone una riflessione non solo sul contesto materiale, politico e sociale dell’ambiente costruito, bensì anche sul contesto culturale e filosofico in cui nasce un’opera d’arte”.

Il Zentralinstitut für Kunstgeschichte https://www.zikg.eu/
L’Istituto di Storia e Teoria dell'Arte e dell’Architettura: www.isa.arc.usi.ch

Facoltà

Rubriche