Eventi

Federica De Rossa rieletta al Tribunale federale per i prossimi sei anni

Servizio comunicazione istituzionale

La Direttrice dell'Istituto di diritto dell'USI (IDUSI) è stata rieletta Giudice supplente del Tribunale federale, la massima istanza giudiziaria in Svizzera, nell'ambito del rinnovo integrale per il periodo amministrativo 2021-2026. La Professoressa Federica De Rossa ci ha spiegato in cosa consiste questa carica, che ricopre parallelamente al suo lavoro all'USI, e come essa abbia un impatto positivo sulla sua ricerca scientifica e sui suoi corsi.

Professoressa De Rossa, in cosa consiste questa sua carica al Tribunale federale?

«Faccio parte dei 19 giudici supplenti (detti anche giudici non di carriera) che affiancano i 38 giudici ordinari del Tribunale federale. Come questi ultimi, veniamo eletti dall'Assemblea federale ed esercitiamo la medesima funzione, ma a titolo accessorio. Ciò significa in pratica che, pur non partecipando quotidianamente all’attività della Corte, quando ci viene attribuita una causa svolgiamo le medesime mansioni di un/a giudice ordinario/a ed abbiamo i suoi stessi diritti e doveri. Il mio lavoro consiste quindi nell’istruire i dossier che mi vengono attribuiti e redigere un progetto di decisione. Questo viene poi messo in circolazione presso gli altri giudici che compongono il collegio giudicante ed ognuno si esprime al riguardo. Se viene raggiunto un verdetto unanime tra noi giudici, la causa è decisa per circolazione. In caso contrario, viene indetta una seduta pubblica e la corte delibera allora oralmente, per maggioranza.»

La funzione che esercita ha un impatto sulle sue attività didattiche e di ricerca?

«Questa carica è perfettamente conciliabile con il mio ruolo di professoressa universitaria. Le due attività in realtà si arricchiscono reciprocamente e si completano. Da un lato, il rigore scientifico che ho imparato ad applicare nella ricerca mi guida anche nella redazione delle sentenze e il mio statuto accademico assicura l’imprescindibile indipendenza richiesta nell’attività di giudice. D’altro lato, l’attività giusdicente in una Corte che si occupa proprio dei temi oggetto della mia ricerca e del mio insegnamento mi permette di mantenere un legame costante con la pratica da un osservatorio privilegiato; questa prospettiva si riflette poi in aula, nell’interazione con le mie studentesse e i miei studenti, e nelle mie pubblicazioni.»

Federica De Rossa, dopo essersi laureata in diritto all'Università di Friborgo, ha ottenuto il brevetto di avvocato e il dottorato in giurisprudenza (Università di Friborgo; prix Vigener 2010). Da settembre 2017 è professoressa assistente senior con tenure track in Diritto dell’economia nella Facoltà di scienze economiche e dirige l'Istituto di diritto dell'USI. È inoltre Giudice supplente del Tribunale federale (II. Corte di diritto pubblico, Losanna) e docente nella Facoltà di giurisprudenza dell'Università di Lucerna. È membro del Comitato editoriale della Schweizerische Zeitschrift für Wirtschafts- und Finanzmarktrecht (SZW/RSDA), iscritta nella Lista degli esperti giuridici per la fornitura di consulenza esterna indipendente ai Servizi di ricerca del Parlamento europeo, presidente del Comitato etico dell'USI, nonché membro della Commissione esaminatrice per l’avvocatura del Canton Ticino, del comitato della Sezione svizzera della Commissione internazionale dei giuristi (ICJ-CH) e di numerose altre associazioni professionali e accademiche. Fino al 2014, è stata membro dell'Autorità federale di regolazione del mercato postale (Commissione federale delle poste, PostCom).