Eventi
Maggio
2020
Giugno
2020
Giugno
2020

Opinion Mining for Software Development

Facoltà di scienze informatiche
Giugno
2020
Giugno
2020

L'USI attiva la sua rete internazionale per un gesto di solidarietà sul territorio

L'arrivo del pacco alla centrale di smistamento della Posta in Ticino
L'arrivo del pacco alla centrale di smistamento della Posta in Ticino
Un dettaglio del pacco, pronto per la consegna alla clinica a Lugano
Un dettaglio del pacco, pronto per la consegna alla clinica a Lugano

Servizio comunicazione istituzionale

Negli scorsi giorni sono state consegnate 3000 mascherine medicali monouso al Centro Medico LuganoCare, in provenienza dalla Cina, da dove arriveranno altre mascherine di tipo N95 destinate alla Clinica Luganese Moncucco. Si tratta di un’operazione resa possibile anche grazie all’azione del professor Jean-Patrick Villeneuve dell’USI, che ha attivato la sua rete di contatti sino-elvetici, in particolare la Anhui Association Switzerland, l'associazione di cinesi della provincia di Anhui che vivono in Svizzera. 

“Non è stato semplice organizzare questa consegna, e ci sono voluti quasi due mesi di tempo per portarla a termine”, afferma il Prof. Villeneuve, che all’USI dirige l’Istituto di comunicazione pubblica (Facoltà di comunicazione, cultura e società). “L’idea è stata lanciata verso la fine di marzo, in piena emergenza sanitaria in Ticino, dal collega Prof. Xiankun Lu (Managing Director presso LEDECO a Ginevra), con cui collaboro da alcuni anni su alcuni progetti che, tra le altre cose, mi hanno portato a tenere dei seminari a Pechino", spiega Villeneuve. Il Prof. Lu, che è anche vicepresidente dell'Anhui Association Switzerland, si è adoperato per questa iniziativa con i suoi colleghi, in particolare il Presidente dell'associazione, Jun Rong, e la vicepresidente e medico di base a Lugano, Li Yu. 

In seguito, il contatto con la rappresentanza svizzera sul territorio di Pechino è stato fondamentale: “Abbiamo infatti preso contatto con il Dr. Renaud Vuignier, Vice capo della Divisione Cooperazione internazionale presso l’Ambasciata svizzera a Pechino, con cui ho rapporti stretti grazie al suo passato accademico all’Università di Losanna, dapprima come laureato del Master PMP (di sui sono co-direttore scientifico per il programma di studio all’USI), poi come dottorato all’Idheap” continua.

La donazione del materiale sanitario è stata resa possibile anche grazie alla collaborazione con la Beijing United Charity Foundation (www.cbucf.org),  la Western Returned Scholars Association (l’associazione cinese degli studiosi istruiti all'estero, www.wrsa.net), e la Swiss Alliance of Chinese Associations. “Il quantitativo di materiale sanitario donato non è enorme, ma è un piccolo gesto significativo che sottolinea come le relazioni internazionali in ambito accademico possono essere utili anche in altri contesti”, conclude il Prof. Villeneuve.

Facoltà

Rubriche