Bites of Transfoodmation, Roma, 20-24 ottobre 2020

Servizio comunicazione istituzionale

L'EVENTO È STATO POSTICIPATO IN DATA DA DEFINIRE A CAUSA DELL'EVOLUZIONE DELLA SITUAZIONE SANITARIA (dettagli su www.transfoodmation.com).

***

Il MEM Summer Summit va a Roma per Bites of Transfoodmation. Si tratta di un evento organizzato dalla Rappresentanza Permanente di Svizzera presso la FAO, l'IFAD e il PAM – in partnership con l’Istituto Svizzero, l’Ambasciata svizzera a Roma, Présence Suisse e l’Università della Svizzera Italiana (USI) – che avrà luogo a Roma dal 20 al 24 Ottobre 2020. Ha come obiettivo di essere un punto di partenza per il cambiamento dei sistemi alimentari globali.

Federica Frediani e il team del MEM Summer Summit hanno contribuito a strutturare e organizzare l’evento Bites of Transfoodmation e saranno presenti a Roma, con un gruppo di MEM Alumni, come facilitatori, speaker e moderatori. Il rettore dell’USI, professor Boas Erez, farà il discorso conclusivo alla Dispute con l’ambasciatrice svizzera a Roma, Rita Adam.

Il rapporto globale per lo sviluppo sostenibile 2019, intitolato Il Futuro è adesso – scienza per uno sviluppo sostenibile sottolinea la necessità di creare sistemi alimentari più sostenibili e schemi nutrizionali più salutari. A tal fine, il segretario generale delle Nazioni Unite, António Guterres, ha lanciato il Food Systems Summit 2021 (un “people summit”), sollecitando un’azione collettiva da parte dei cittadini al fine di cambiare il modo in cui si produce, processa e consuma il cibo.

La Svizzera desidera giocare un ruolo attivo in questo processo trasformativo di cambiamento e perciò organizza Bites of Transfoodmation, un evento che mette insieme giovani motivati e pronti a pensare e riformulare il futuro dei sistemi alimentari.

L’evento è articolato in due parti:

  • un ritiro di due giorni a I Casali del Pino dove un gruppo di giovani innovatori cercheranno denominatori comuni per elaborare una visione condivisa del futuro dei sistemi alimentari. Cominceranno il loro confronto a partire dalla seguente visione del futuro: un mondo prevalentemente urbanizzato e globalmente interconnesso, colpito dai cambiamenti climatici, dove il cibo è fondamentale sia per la salute che per la cultura.
  • una dispute di un giorno, che rientra nella tradizione svizzera del confronto fra idee diverse, dove i giovani innovatori presenteranno le loro visioni insieme a partecipanti selezionati ed esperti all’Istituto Svizzero.

Un evento conclusivo avrà luogo nella primavera 2021 a I Casali del Pino, aperto a un pubblico selezionato, dove verranno resi pubblici i risultati dell’intero processo.

Relatori: oltre alle presentazioni dei giovani innovatori e change-maker, ci saranno interventi di personalità di spicco quali David Nabarro, Direttore Strategico 4SD Switzerland e inviato speciale della WHO per il COVID19; Gilbert F. Houngbo, presidente del Fondo internazionale per lo sviluppo agricolo (IFAD); Christian Frutiger, Dirigente della Agenzia svizzera per lo Sviluppo e la Cooperazione Globale (SDC); Giorgio Marrapodi, Direttore generale per la Cooperazione allo Sviluppo – Ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale, Pio Wennubst, Ambasciatore Rappresentanza Permanente di Svizzera presso la FAO, l'IFAD e il PAM; Sara Roversi, Fondatore di Future Food Institute, Presidente di Future Food Network.