EOC e USI insieme per promuovere una migliore qualità di vita per tutti

8889958701236a273c2c4ef738f11e93.jpeg
cea1011522ff0200862d0e82921140f4.jpeg
ca7dab2487c0fae3a77c8bf84a8efd77.jpeg
9607921aa4a3e439fbdb39f0a9dcf69a.jpeg

Servizio comunicazione istituzionale

25 Giugno 2021

Il 25 giugno, con una conferenza stampa tenutasi al Campus Est di Lugano e organizzata in occasione della decima Giornata della Ricerca in Medicina Umana della Svizzera italiana, l’Ente Ospedaliero Cantonale (EOC) e l’Università della Svizzera italiana (USI) hanno presentato ufficialmente il nuovo Fondo per la ricerca EOC-USI. La missione del Fondo è sostenere la ricerca biomedica per garantire cure efficaci, adeguate ed efficienti, sostenere l’innovazione e valorizzare i risultati della ricerca condotta da ricercatrici e ricercatori attivi presso le due istituzioni. 

Il Fondo è stato istituito nel contesto della nuova "Strategia EOC-USI per la ricerca in medicina umana per il quadriennio 2021-2024", e si colloca all’interno della Fondazione per la ricerca e lo sviluppo dell’USI. La creazione del Fondo si basa su alcuni presupposti, in primis sulla volontà comune di EOC e USI di contribuire – tramite la ricerca medica di base, quella applicata (traslazionale) e quella clinica – al miglioramento delle cure e della qualità della vita delle persone affette da malattia. Per l’EOC si prevede di condurre la ricerca seguendo le esigenze dei pazienti e con un lavoro di squadra fra medici e ricercatori dell’Ente con i vari partner, in particolare con l’USI con cui si svilupperà una stretta collaborazione per quanto riguarda gli aspetti accademici e di salute pubblica. Infine, la ricerca medica rappresenterà un elemento centrale per gli obiettivi di formazione accademica della Facoltà di scienze biomediche dell’USI. 

Il Fondo EOC-USI si avvale di un Comitato composto da professioniste e professionisti impegnati quotidianamente in ambiti diversi, che alle loro attività affiancano a titolo gratuito la responsabilità di sostenere strategicamente e promuovere per la collettività una ricerca medica di eccellenza, e di una Commissione di valutazione composta da rappresentanti delle due istituzioni. La Commissione ha il compito di analizzare e valutare i progetti di ricerca, dando in seguito preavviso al Comitato sui progetti selezionati prioritari da inserire in un portfolio per promozione e possibili finanziamenti esterni. La conferenza stampa del 25 giugno è stata anche l'occasione per presentare tre esempi di progetti di ricerca: uno in cardiologia, che mira a prevenire le embolie gassose cerebrali silenziose durante gli interventi cardiaci; uno in medicina interna volto a prevedere l'ammissione in ospedale di pazienti con insufficienza epatica cronica avanzata; e uno in oncologia che si prefigge di capire le diverse risposte all'inibizione della segnalazione del recettore degli androgeni in pazienti con cancro alla prostata metastatico. 

Per approfondire: www.fondoeoc-usi.ch

Il servizio de Il Quotidiano RSI, 25.6.2021
L'intervista al Prof. Dr. med. Stefanos Demertzis

Facoltà

Rubriche