A Mendrisio presso l'Accademia la giornata annuale della Società svizzera di storia economica e sociale

Servizio comunicazione istituzionale

7 Maggio 2007

Mesi particolarmente intensi per il Laboratorio di Storia delle Alpi dell’Accademia di architettura (Università della Svizzera italiana) che dopo aver promosso un convegno internazionale al Monte Verità di Ascona (Svizzera) accoglie a Mendrisio la giornata annuale della Società svizzera di storia economica e sociale (SSSES). Per la prima volta la Società esce, infatti, da Berna e sceglie il Cantone Ticino per l’assemblea generale ed il suo convegno 2007, aperto a tutti gli interessati, che si terranno venerdì 11 e sabato 12 maggio.

La SSSES, fondata negli anni Settanta, offre agli storici dell’economia e della società informazioni dettagliate, un forum e la possibilità di essere pubblicati. Della società fanno parte storici attivi nell’ambito della ricerca, dell’insegnamento, del giornalismo o che lavorano presso archivi ed altre istituzioni. Attualmente si contano circa 300 membri.

Le giornate annuali sono dedicate ad un tema di storia economica e sociale e costituiscono una piattaforma per la presentazione e discussione dei vari contributi scientifici.

Per l’edizione 2007 il Comitato ha scelto di organizzare l’incontro annuale in Ticino, all’Accademia, cogliendo l’opportunità della presenza sul campus di Mendrisio del Laboratorio di Storia delle Alpi coordinato dallo storico Luigi Lorenzetti.

La tematica dell’edizione 2007 riguarda la storia dei trasporti, recentemente arricchitasi di nuovi e svariati apporti legati agli aspetti sociali, economici e culturali. Sul piano metodologico ne è scaturita una storia che si è divisa in diverse “sotto-discipline”. Mettendola al centro delle discussioni, gli organizzatori della giornata della SSSES intendono svilupparne i molteplici aspetti.

Punto di riferimento del congresso è la definizione data da Andreas Predöhl (Verkehrspolitik, 1958) che considera come appartenente alla storia dei trasporti l’insieme dei processi che permettono la conquista dello spazio, il trasporto delle persone, dei beni materiali e dell’informazione, come pure le condizioni tecniche, istituzionali e strutturali (in particolare le infrastrutture e le politiche dei trasporti) che ne assicurano lo sviluppo.

Le comunicazioni proposte nel corso del convegno a Mendrisio riguarderanno i diversi supporti dei trasporti ed il loro significato all’interno del sistema che vengono a realizzare, lo sviluppo qualitativo e quantitativo dei traffici, il servizio pubblico, le infrastrutture, i transfert tecnologici, le interazioni tra gli spazi economici e gli spazi di trasporto.

Accanto ai quesiti tradizionali legati agli aspetti economici e tecnici, saranno affrontati quelli che riguardano i rapporti di genere, il consumo e l’ambiente.

Le considerazioni per dei periodi cronologici più lunghi, sui problemi di uso e pianificazione del territorio e dei trasporti, hanno permesso lo sviluppo di sinergie con le scienze storiche. In questa prospettiva saranno quindi presentati dei contributi.

Non meno importante, infine, è la questione del ruolo e del contributo della storia dei trasporti rispetto ai problemi contemporanei.

Le giornate promosse a Mendrisio saranno pertanto suddivise in quattro sessioni: antichità, epoca medievale e moderna; XIX secolo; XX secolo; XX secolo e trasporti pubblici.

Oltre alle varie sessioni, sarà possibile assistere a due conferenze: quella del Prof. Christoph Maria Merki (Schneller, weiter, mehr: Merkmale modernen Verkehrs, venerdì 11 maggio 2007, ore 14.30-15.30) e quella del Prof. Jean-François Bergier (La traversée des Alpes, Moyen-Âge et Temps modernes: questions ouvertes, sabato 12 maggio 2007, ore 11.20-12.45), entrambe ospitate nell’Aula C0.62 al pianterreno di Palazzo Canavée.

 

Storia dei trasporti

Convegno

Accademia di architettura, Palazzo Canavée e Palazzo Turconi, Mendrisio (Svizzera)

Venerdì 11 maggio 2007, ore 14.15-19.30
Sabato 12 maggio 2007, ore 9.00-12.45

Organizzatori: Laboratorio di Storia delle Alpi, Accademia di architettura (Mendrisio)

Lingue del convegno: italiano, francese, tedesco.

Il convegno è aperto a tutti e gratuito. Gli interessati possono annunciarsi a [email protected].

Per informazioni sul programma del convegno: www.arc.usi.ch/index/labisalp.htm.

Informazioni e richieste di interviste:

Amanda Prada, Responsabile comunicazione e conferenze, Accademia di architettura di Mendrisio, tel.: +41 58 666 58 69, e-mail: [email protected]