La grande musica classica all'Università della Svizzera italiana

Servizio comunicazione istituzionale

4 Maggio 2007

Per tre sere, tra maggio e giugno, l’Aula magna dell’USI si trasformerà in una sala da concerto, con un palco e una serie di pannelli fonici per ottimizzare l’acustica. «Questa serie di concerti di musica classica di alto livello» - afferma Giotto Toniolo, l’organizzatore - «si propone, oltre ad offrire un momento culturale di rilievo per tutto il cantone, di ottenere un pubblico più variegato del solito grazie ad una fresca iniezione di giovani ascoltatori e di futuri melomani, nonché di creare un piacevole momento di aggregazione tra studenti ed altri appassionati di musica presso il polo universitario luganese.»

Da parte sua il Presidente dell’USI, Piero Martinoli, si dice «lieto di accogliere nella sua Aula Magna i “Grandi concerti”, poiché ospitare note di qualità tra le mura di un campus sintetizza una filosofia cara all’USI, quella di fondere la precisione con la fantasia, ricetta fondamentale sia per quanto concerne una didattica innovativa, sia per quanto riguarda una ricerca scientifica di successo.»

La prevendita dei biglietti dei concerti – realizzati con il sostegno di BCL Banca Commerciale Lugano, IKEA e Federico De Vittori Group – ha luogo presso Lugano Turismo (tel. 091 913 32 32; costo: 36 franchi a concerto e di 100 franchi per tutte e tre serate).

PROGRAMMA de "I grandi concerti dell'Università della Svizzera italiana"

  • Mercoledí 16 maggio 2007: Pavel Berman, violino, duo con pianoforte
  • Mercoledí 6 giugno 2007: Sonya Bach, récital di pianoforte
  • Mercoledí 13 giugno 2007: Denis Shapovalov, violoncello solo e duo con pianoforte, in memoria di Mstislav Rostropovich

 

BIOGRAFIE

Figlio d'arte, Pavel Berman nasce a Mosca nel 1970, dove a quattro anni intraprende lo studio del violino. Tre anni dopo viene ammesso alla Scuola Centrale di Musica del Conservatorio di Mosca, e successivamente al Conservatorio Tchaikovsky. All'età di sette anni Berman fa il suo debutto pubblico con la Gorky Philarmonic Orchestra. Nel 1987, appena diciassettenne, ottiene il Secondo Premio al Concorso Violinistico Internazionale “Paganini” di Genova, mentre tre anni dopo vince il Primo Premio e la Medaglia d'Oro al Concorso Internazionale per Violino di Indianapolis, uno dei concorsi più prestigiosi a livello internazionale. Ha tenuto concerti nelle più prestigiose sale del mondo quali la Carnegie Hall di New York, Théâtre des Champs Elysées e Salle Gaveau di Parigi, Herkulessaal di Monaco, Auditorio Nacional di Madrid, Bunkakaikan di Tokyo, Teatro alla Scala, Conservatorio Verdi di Milano, Parco della Musica di Roma, Palais des Beaux Arts di Bruxelles. Attualmente Pavel Berman suona il celebre violino Antonio Stradivari “Berthier” del 1716 appartenuto a Napoleone Bonaparte.

Sonya Bach ha cominciato a studiare il pianoforte alla tenera età di tre anni, dato il suo primo concerto pubblico a cinque ed a solo nove anni il suo debutto in concerto con la Seoul Symphony Orchestra, in veste di solista, nella sua città natale. Questa giovane pianista ha già conquistato i favori sia del pubblico che della critica esibendosi sulle scene più prestigiose d'Europa, Nord America ed Asia. Un riconoscimento particolarmente significativo è avvenuto un paio di anni or sono, quando venne indicata come «una delle migliori giovani pianiste che io abbia visto in tutta la mia carriera» da Vladimir Fedoseyev, uno tra i più celebri direttori d'orchestra al mondo che l’aveva sentita suonare alla Tonhalle di Zurigo. Immediatamente, il Maestro Fedoseyev la invitò per il suo debutto a Mosca ad interpretare i concerti di Schumann e Britten con l'Orchestra Sinfonica della Radio di Mosca. Recentemente Sonya Bach si è esibita nelle maggiori città del mondo: Barcellona, Brno, Budapest, Chicago, Londra, Milano, Monte Carlo, Mosca, New York, Parigi, Praga, Seoul e Zurigo, nonché al rinomato Festival di Musica di Schleswig-Holstein, ricevendo recensioni entusiastiche.

Denis Shapovalov, nato a Tchaikovsky nel 1974, ha cominciato a studiare il violoncello all'età di sette anni ed ha debuttato come solista con orchestra ad undici, ricevendo inoltre nel 1995 il premio quale “miglior speranza” alla International Chamber Music Competition in Australia. Tuttavia il vero riconoscimento per il suo eccezionale talento è avvenuto all'XI Concorso Internazionale Tchaikovsky di Mosca nel 1998, dove Shapovalov si è aggiudicato il primo premio e medaglia d'oro all'unanimità da parte della giuria. Dopo avere terminato la sua formazione ed il master al Conservatorio Statale di Mosca, Shapovalov è stato invitato ad insegnare dal 2001 presso tale prestigiosa istituzione, nonché a tenere numerose master classes in Russia ed all'estero. Nel 2002 viene invitato ad esibirsi con la London Symphony Orchestra in una serie di concerti a Londra ed a New York in onore del settantacinquesimo compleanno di M. Rostropovich. Questo giovane cellista, attivo fautore di svariati progetti di musica contemporanea, ha partecipato a numerosi festival internazionali in Russia, Francia, Italia, Germania, USA, Giappone e Cina.

Programma 16 maggio ‘07

Pavel Berman

F. Schubert Rondò per violino e pianoforte in si minore,
D 895, Op. 70
"Rondeau brillant"
- Andante
- Allegro
- Più mosso

E. Grieg Sonata per violino e pianoforte No. 3,
Op. 45 in do minore
- Allegro molto ed appassionato
- Allegretto espressivo alla Romanza
- Allegro animato - Prestissimo

Pausa

P. de Sarasate Romanza Andaluza Op. 22, No. 1
Zigeunerweisen Op. 20, No. 1
Carmen Fantasy Op. 25
 

Programma 06 giugno ‘07

Sonya Bach

J.S. Bach/L. Godowsky Sonata No. 3 in la minore per violino solo,
BWV 1003
liberamente trascritto per pianoforte solo virtuoso
- Andante (Aria)
- Allegro (Finale)
F. B. Mendelssohn Variations sérieuses Op. 54
F. Chopin Ballade No. 3 in la bemolle maggiore, Op. 47

Pausa

M. Ravel Jeux D'eau
S. Rachmaninov Prelude Op. 23 No. 4 in re maggiore
Prelude Op. 23 No. 5 in sol minore
Prelude Op. 23 No. 6 in mi bemolle maggiore
Moment Musical Op. 16 No. 4 in mi minore
I. Albéniz El Albaicín
J.S. Bach/Busoni Ciaccona, BWV 1004
alla partita No. 2 in re minore per violino solo
 

Programma 13 giugno ‘07

Denis Shapovalov
Pianista accompagnatrice Sonya Bach

J.S. Bach Suite No. 5 in do minore, BWV 1011
- Prelude
- Allemande
- Courante
- Sarabande
- Gavotte I
- Gavotte II
- Gigue
G.F. Handel Passacaglia

Pausa

C. Franck Sonata in la maggiore
per violoncello e pianoforte
- Allegretto ben moderato
- Allegro
- Recitativo - Fantasia
- Allegretto poco mosso

 

Per informazioni

Giotto Toniolo, International Music Management Group IMMG SAGL, www.immgswitzerland.com  

Telefono +41 (0)91 922 59 30
Fax  +41 (0)91 922 59 33  
Email  [email protected]

Fondata nel 2004, la International Music Management Group, sotto la direzione del chairman e CEO Giotto Toniolo, offre la sua consulenza per l'organizzazione di eventi culturali esclusivi di livello oltre ad una consulenza personalizzata ed un servizio di management completo per artisti.