Meta premia la ricerca USI in sicurezza informatica

189c2a957def28f1181217ba946c8f6f.jpg

Servizio comunicazione istituzionale

3 Ottobre 2022

Meta, l’azienda che gestisce Facebook, Instagram e WhatsApp, ha annunciato i progetti selezionati nell’ambito del Security Research requests for proposals, un bando voluto da Meta per sostenere la ricerca indipendente nell’ambito della sicurezza dei sistemi informatici. 

Su 136 proposte arrivate da 88 istituzioni accademiche di tutto il mondo, Meta ha selezionato sette progetti che saranno sostenuti tramite una donazione non vincolata (unrestricted gift). Tra i progetti vincitori figura anche “Cross-platform hardware-based integrity preservation” presentato dal professor Patrick Eugster, vicedecano della Facoltà di scienze informatiche dell’USI, e il ricercatore postdoc Pavel Chuprikov. L’Università della Svizzera italiana e il Politecnico federale di Zurigo (ETHZ) sono le uniche due università non nordamericane con progetti selezionati da Meta per questo bando.

Il progetto presentato dall'USI, ha spiegato il professor Eugster, riguarda un sistema integrato software/hardware che sfrutta l'hardware per proteggere i programmi da eventuali manomissioni e questo senza richiedere modifiche del software. Questo sistema, al quale Meta è interessato soprattutto per WhatsApp, riduce in modo significativo gli sforzi per la creazione di nuove applicazioni sicure e rende più semplici sia la protezione di applicazioni esistenti sia il trasferimento delle applicazioni tra diverse piattaforme hardware sicure.

Facoltà

Rubriche