Associazioni studentesche e COVID-19 al centro delle nuove decisioni della Corporazione

Servizio comunicazione istituzionale

Lo scorso martedì 7 aprile il Consiglio studentesco, l’organo che guida la Corporazione delle studentesse e degli studenti, si è riunito in modalità digitale per prendere il suo secondo e ultimo "pacchetto" di decisioni per questo semestre, che due giorni dopo è stato pubblicato, come da calendario, nella sezione web dedicata alla Corporazione. Sono state definite azioni a favore di tutte le associazioni studentesche e per la lotta contro COVID-19, accompagnate da un investimento nelle competenze e capacità disciplinari e interdisciplinari della comunità studentesca dell'USI e da uno sguardo rivolto a livello nazionale e al prossimo semestre.  

 

Per le associazioni studenteche

In ambito di associazioni studentesche, i membri del Consiglio - ovvero i rappresentanti studenteschi in Senato Accademico - hanno promosso un calendario condiviso riservato ai soli eventi organizzati dalle associazioni e hanno stanziato per le associazioni medesime un sostegno straordinario a fondo perso, che può essere ottenuto semplicemente richiedendolo. Gli obiettivi di questo incentivo sono compensare la partenza “concitata” - in un contesto del tutto particolare - che i lavori della Corporazione hanno conosciuto, mitigare l'effetto dissuasivo che COVID-19 ha molto probabilmente avuto sulla propositività da parte delle associazioni studentesche e incoraggiarle tutte affinché contribuiscano, auspicabilmente unendo le forze, a far “ripartire” la vita sui campus al termine dell’emergenza. 

 

Un contributo alla lotta contro COVID-19

La situazione legata al coronavirus e ai suoi effetti è stata al centro anche di un'altra risoluzione, quella di effettuare per conto della comunità studentesca dell'USI una donazione benefica alle organizzazioni impegnate nella lotta contro il virus e le sue conseguenze economiche e sociali. Alla donazione è coniugato un sostegno / ringraziamento anche ai volontari USI che si sono adoperati in prima persona per offrire la solidarietà della comunità dell'Università nei confronti delle fasce più a rischio in questa pandemia, in una mobilitazione che ha reso e rende orgogliosa tutta l'USI.

 

Con gli studenti e le loro competenze

Il Consiglio studentesco ha voluto inoltre investire nelle competenze e capacità disciplinari e interdisciplinari delle studentesse e degli studenti USI. La Corporazione, nello specifico, si attiverà con i docenti titolari di alcuni corsi USI nella volontà di affidare a studentesse e studenti dei “casi di studio” sulla Corporazione medesima, in particolare su possibili strategie di azione e di comunicazione. 

 

Uno sguardo a livello nazionale e al prossimo semestre 

Sono stati approvati infine un sostegno al centenario dell'Unione Svizzera degli e delle universitari-e (VSS-UNES-USU), ovvero l'organizzazione studentesca interuniversitaria di livello nazionale, e l'appoggio della Corporazione all'evento di benvenuto che l'USI ha previsto, il prossimo settembre, a favore delle nuove studentesse e dei nuovi studenti; un evento alla cui organizzazione potranno partecipare proattivamente anche le associazioni studentesche e che varrà naturalmente anche come un generale "bentornati" per tutti i membri della comunità accademica, costretti questo semestre a restare "distanti ma vicini". 

 

Tutte le decisioni del Consiglio studentesco possono essere consultate qui:
www.usi.ch/it/universita/organizzazione/corporazione-studentesca/restare-al-corrente/foglio-decisioni

Ricordiamo che ogni studentessa e ogni studente ha la possibilità di lanciare un Referendum studentesco contro le decisioni pubblicate il 9 aprile entro il prossimo 23 aprile.

 

Facoltà

Rubriche