Didattica online: un giro di voci

Foto di Vlada Karpovich da Pexels
Foto di Vlada Karpovich da Pexels

Servizio comunicazione istituzionale

In occasione della ripresa del semestre primaverile all’USI desideriamo fare il punto della situazione per quanto riguarda la didattica online. La pandemia di COVID-19, che ha imposto distanze sociali accresciute e chiusure generalizzate, ha spinto il mondo della formazione, universitaria e non solo, a doversi confrontare, tra le altre cose, con le varie modalità di insegnamento a distanza. In questo periodo sono state diverse e variegate le voci che si sono espresse su questo tema per evidenziarne vantaggi e svantaggi. Ve ne proponiamo un breve riassunto.

 

Covid e università, tra lezioni online e criticità

Il coronavirus ha condizionato, e sta tuttora condizionando, in maniera incisiva tutti gli ambiti della nostra vita. Basti pensare che in un anno parole come distanza sociale, quarantena, isolamento, misure igieniche accresciute, sono divenute parte integrante della nostra quotidianità.
Le conseguenze della pandemia non hanno risparmiato il settore della formazione che ha dovuto accelerare la transizione verso la digitalizzazione dell’insegnamento per rispondere alla necessità dettate dal virus. La sospensione delle lezioni frontali, dei gruppi di studio, dei seminari ha azzerato i contatti in presenza, sia coi professori che tra studenti, e rallentato o sospeso, in alcuni casi, i percorsi di studio. La mancanza di relazioni umane, di confronto, ha anche portato all’aumento delle disuguaglianze tra studenti facendo emergere diversi punti critici della didattica a distanza. A partire da queste considerazioni la trasmissione radiofonica Modem, andata in onda l’1 febbraio 2021 su Rete Uno, ha dato voce alle testimonianze di giovani universitari accompagnate dai commenti e dalle riflessioni di Lorenzo Cantoni, Prorettore per la formazione e la vita universitaria, Angela Andolfo Filippini, psicologa e psicoterapeuta e Francesco Bee, copresidente dell’Unione svizzera degli universitari.

Potete trovare la puntata integrale a questo link 

 

Esami a distanza, il punto della situazione

La pandemia ha fatto emergere chiaramente il ruolo essenziale delle tecnologie digitali, che hanno reso possibile non solo la didattica online, ma anche lo svolgimento degli esami a distanza. All’USI la sessione invernale, appena terminata, si è svolta senza problemi particolari e ha dimostrato come l’importante sforzo organizzativo abbia permesso il funzionamento delle piattaforme d’esame e la parità di trattamento per studentesse e studenti.

Qui potete trovare l’articolo relativo allo svolgimento degli esami online.

 

La sessione invernale 2021 è terminata tra nuovi insegnamenti e la voglia di tornare in presenza

Sempre in relazione alla sessione d’esami invernale all’USI, la terza svoltasi in modalità online, si è espresso il Professor Lorenzo Cantoni, Prorettore per la formazione e la vita universitaria dell’USI, il quale, in un’intervista rilasciata al giornale studentesco L’Universo, ha definito questa modalità a distanza una vera e propria sfida per studenti, professori e tutti gli organi universitari. “ I/Le docenti hanno dovuto ripensare gli esami secondo modalità nuove, più idonee rispetto al testing online” ha ricordato il Professor Cantoni “mentre le studentesse e gli studenti si sono trovati a gestire un maggior senso di solitudine e il timore che qualcosa potesse “andare storto”, facendo l’esame da casa” senza dimenticare, aggiunge, “ il personale dei servizi, in particolare dell’eLab, dei servizi informatici e dei Decanati, che hanno assistito nella definizione degli esami e nella loro realizzazione tecnica”.

Potete trovare l’intervista integrale a questo link

 

Insegnamento a distanza, tra luci e ombre

L’insegnamento a distanza è stato anche al centro di uno degli appuntamenti de Il Tavolo del confronto (TaCo). Per fare il punto della situazione e evidenziare gli aspetti positivi, le criticità e le reazioni di docenti e studenti nei confronti della didattica online si è tenuto martedi 26 gennaio 2021 un dibattito in diretta streaming, durante il quale si sono confrontati Lorenzo Cantoni, Prorettore per la formazione e la vita universitaria dell’USI, Antonio Carzaniga, Decano della Facoltà di scienze informatiche dell’USI, Alberto Piatti, Direttore Dipartimento formazione e apprendimento della SUPSI, e Stefano Tardini, Direttore esecutivo eLearning Lab dell’USI.

Potete rivedere l'incontro a questo link 

 

Come vivono le lezioni online le studentesse e gli studenti USI?

Dell’insegnamento online si è occupato anche il programma di intrattenimento SPAM, a cura della RSI su Instagram, che ha intervistato alcune studentesse e alcuni studenti dell’USI alle prese, ormai da mesi, con le lezioni a distanza. Tra favorevoli e contrari, lezioni da recuperare e consigli emergono diversi spaccati di vita quotidiana passati davanti a uno schermo.

Potete trovare qui il video Instagram di SPAM

 

Terzo semestre in pandemia: guardando al futuro…I

l nuovo semestre è ormai alle porte, sarà il terzo a svolgersi in un contesto di pandemia, e proprio per discutere, raccogliere domande, osservazioni e suggerimenti sul suo svolgimento cogliamo l’occasione per darvi appuntamento al primo Town hall meeting della storia dell’USI che si terrà online mercoledì 24 febbraio 2021, dalle 18:30 alle 20.00.

 

Facoltà

Rubriche