L'USI nel consorzio che ha vinto il bando per gestire lo Space Exchange Switzerland

d8fe2b64e599c839542d4b772b64ccff.jpg

Servizio comunicazione istituzionale

19 Gennaio 2022

L'Università della Svizzera italiana, nel consorzio guidato da EPFL e con ETH Zürich, Fachhochschule Nordwestschweiz (FHNW) e Università di Zurigo, ha vinto il bando del Swiss Space Office (SSO) della Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l'innovazione (SEFRI) per sviluppare lo Space Exchange Switzerland (SXS), una piattaforma volta a sostenere lo sviluppo delle attività legate allo spazio in Svizzera, in particolare in quei settori che non rientrano nei compiti fondamentali del SEFRI/SSO. 

L'obiettivo dello SXS è sostenere organizzazioni e individui svizzeri con una piattaforma nazionale riconosciuta per il campo spaziale, amplificare le voci dell'ecosistema spaziale svizzero a livello nazionale e internazionale, migliorare l'efficienza delle aziende svizzere nel campo spaziale, in particolare nei confronti dell'Agenzia Spaziale Europea (ESA) e delle sue esigenze tecnologiche, incoraggiare le carriere di giovani studenti e professionisti in ambito spaziale, in particolare presso l'ESA, e sostenere le entità svizzere nello sviluppo delle loro conoscenze e attitudini nell'uso dei dati spaziali (osservazione della terra). 

Nell'ambito del consorzio, l'USI avrà in particolare il compito di gestire le attività di carriera e sostenere le attività di recruiting dell'ESA in Svizzera, incoraggiando lo scambio e la mobilità di studenti e giovani professionisti e coinvolgendo giovani talenti affinché diventino la futura generazione di esperti spaziali. 

Prossimo appuntamenti per studenti, ricercatori e laureati: una carriera nello spazio.

Maggiori informazioni sono disponibili al seguente link: https://www.sbfi.admin.ch/sbfi/en/home/research-and-innovation/space/informations-for-experts/sxs.html

 

Rubriche