Liliana Mota, Programme Officer, UNESCO

Servizio alumni

Diversi nostri laureati per aiutare gli attuali studenti e neolaureati ad orientarsi nel mondo del lavoro, hanno condiviso la storia della loro carriera. Ecco la storia di Liliana Sofia Romao Mota, Programme Officer per UNESCO a Parigi. USI Degree: Master in Economics and International Policies, 2015.

Come hai iniziato la tua carriera?

Ho iniziato con un stage presso UNFPA a Ginevra dove mi sono occupata di questioni riguardanti i diritti umani e le crisi umanitarie.

Perché hai scelto di lavorare presso l'UNESCO?

Ho sempre auspicato di fare un lavoro dove poter applicare i miei ideali e i miei valori umanitari, un lavoro dove sentissi di contribuire ad un bene comune. Ho sempre creduto nella condivisione della conoscenza, nell'educazione e nel pensiero critico. l'UNESCO è l'agenzia dell'ONU dove tutti questi valori confluiscono.

In cosa consiste il tuo ruolo?

Lavoro per l'unità che implementa un processo di riforma dell'UNESCO. Accompagno i processi decisionali sostenendo varie riforme interne, come ad esempio la riforma delle policy di stage oppure la riforma della rete sul campo. Inoltre conduco e sostengo le consultazioni tra i vari gruppi di interesse, tra cui i giovani, nell'ambito dell'adozione della prossima visione strategica e della creazione del quadro programmatico UNESCO in materia di istruzione, scienze, cultura, comunicazione e informazione a livello globale, regionale e nazionale, piano che sarà adottato nei prossimi otto anni.

Quali sono, a tuo parere, le qualità necessarie per fare carriera in questa agenzia?

Le sfide che affrontiamo nel nostro lavoro sono di una portata globale e quindi una forte convinzione/motivazione é a mio viso la chiave di riuscita, anche perchè il nostro lavoro ha effetti a medio-lungo termine e spesso i risultati si vedono dopo qualche anno.

Quali sono secondo te le caratteristiche e gli aspetti positivi dell'USI?

Il mio percorso all'USI mi ha offerto una prospettiva piu ampia su come funzionano le organizzazioni internazionali/finanziarie cosi come le dinamiche sociali-economiche odierne.

Quali competenze e/o capacità acquisite durante il tuo percorso di studi all’USI sono risultate utili nella tua carriera professionale?

Credo che sia stato fondamentale per me avere imparato un bagaglio ampio di discipline, dall'economia, alla finanza; dal diritto al funzionamento delle istituzioni, competenze complementari che si intersecano quotidianamente nella definizione delle politiche internazionali.

Cosa potresti suggerire ad un neolaureato USI che deve entrare nel mondo del lavoro?

Direi di fare un esercizio di riflessione interno esplorando le proprie passioni ed interessi profondi. La motivazione é il 99% del cammino.