La Biblioteca dell'Accademia di architettura trasloca a Palazzo Turconi

Palazzo Turconi
Palazzo Turconi

Servizio comunicazione istituzionale

La Biblioteca dell’Accademia di architettura chiude temporaneamente per trasferirsi nella nuova sede a Palazzo Turconi, in spazi più accoglienti, con nuovi servizi, una piattaforma di ricerca ampliata, e dove tutti i libri saranno disponibili su scaffali a libero accesso. Tutti i servizi della Biblioteca dell’Accademia saranno pertanto sospesi dal 3 dicembre 2020 fino al 31 gennaio 2021. Dal 7 dicembre 2020 avverrà inoltre la migrazione delle Biblioteche dell’USI sulla nuova piattaforma swisscovery.


Al fine di consentire l'operazione di trascolo, che interesserà in totale 180mila volumi, da giovedì 3 dicembre 2020 fino a domenica 31 gennaio 2021 tutti i servizi della Biblioteca dell'Accademia saranno sospesi.

Alcuni servizi potranno subire restrizioni o cambiamenti già da ora. Per evitare spiacevoli inconvenienti, si può consultare la pagina aggiornata della Biblioteca (link qui).

Prima della chiusura (3 dicembre 2020):

  • La Biblioteca invita a completare le ricerche bibliografiche, la richiesta di prestiti, la raccolta dei materiali di studio;
  • ai professori e agli studenti impegnati nel Diploma è concesso un prestito straordinario fino a dieci libri.

Durante il periodo di chiusura (3 dicembre 2020-31 gennaio 2021):

  • la durata dei prestiti sarà automaticamente rinnovata fino alla nuova apertura;
  • nel foyer di Palazzo Turconi sarà allestita una postazione per la sola restituzione dei libri e del materiale audiovisivo in prestito.

Il trasloco della Biblioteca dell'Accademia vuole anche essere l’occasione per ricordare che a partire dal 7 dicembre 2020 le Biblioteche dell’USI entreranno a far parte di un nuovo sistema bibliotecario trasferendo i propri cataloghi su swisscovery, una nuova piattaforma informatica che riunirà il patrimonio di più di 400 biblioteche scientifiche in Svizzera. Per l’USI il sistema sarà denominato Reperio e permetterà agli utenti l’accesso all’intero repertorio di documenti scientifici catalogati in Svizzera. Per accedere al servizio gli utenti delle Biblioteche dell’USI necessiteranno di una nuova iscrizione (maggiori informazioni qui).   

La nuova sede - Palazzo Turconi

Palazzo Turconi restituirà una sistemazione dignitosa e definitiva alla Biblioteca. La nuova sede offre una totale fruizione pubblica sia dell’edificio che delle collezioni librarie e permetterà finalmente alla Biblioteca di apparire nella sua vera dimensione. L’intero primo piano con i suoi 1800 mq sarà interamente dedicato alle sale di studio e le raccolte librarie con accesso, a scaffale aperto, a tutta la collezione corrente, alle biblioteche di autori e i fondi speciali, al vastissimo assortimento di giornali, riviste e DVD.

L’intervento di recupero dell’edificio neoclassico punta sulla qualità degli spazi. Spazi adeguati alla ricchezza e diversità delle collezioni e all’intensa frequentazione. La nuova sede disporrà di 90 posti studio e quattro piccole sale-studio per lavori di gruppo di progettazione e seminari. Negli scaffali trovano posto circa 180mila volumi (in precedenza erano 30mila) e una delle più estese collezioni di riviste di architettura e design, urbanistica e arte, restauro e fotografia, pianificazione urbana, paesaggistica e territoriale e via dicendo. Inoltre, vi saranno sale separate e appositamente climatizzate e monitorate per i volumi antichi e le collezioni fotografiche e della grafica. 

Lo scopo è quello di avvicinare la Biblioteca ad un antico studiolo, o Wunderkammer, che favorisca percorsi di “serendipità” e che aiuti ad ampliare gli orizzonti dello studio di ricercatori e studenti con scoperte affrancate dagli uniformi logaritmi dei motori di ricerca, ma per analogie, corrispondenze e accostamenti non necessariamente previsti e all’apparenza persino fortuiti.

Facoltà

Rubriche