Eventi

Gli alumni Erasmus Mundus all'USI per l'Assemblea generale

Pausa caffé
Pausa caffé "globale"

Servizio comunicazione istituzionale

Il 26 e 27 novembre prossimi l’USI ospita l’Assemblea Generale dell’Associazione Erasmus Mundus (EMA), l’organizzazione degli alumni Erasmus Mundus di tutto il mondo. I circa 200 partecipanti provenienti da 170 Paesi diversi si riuniranno, per la prima volta in Svizzera, sul campus di Lugano dell’USI alla presenza di due rappresentanti della Commissione europea.

L’Assemblea Generale dell’EMA trova terreno fertile all’USI, università dal marcato profilo internazionale, con studenti e professori provenienti da oltre 100 nazioni nei quattro continenti. “Siamo onorati di poter ospitare questo importante convegno – ha dichiarato il Rettore dell’USI, Prof. Boas Erez – perché questo da un lato sottolinea la volontà di apertura e di respiro europeo del nostro progetto universitario, dall’altra pone la nostra università e il nostro Cantone al centro della mappa dei programmi di scambio del settore dell’educazione superiore. Scambi e collaborazioni internazionali essenziali per il sostegno della qualità accademica, che l’USI già coltiva da tempo e che intende progressivamente estendere e rafforzare”.

Per la Presidente dell'EMA, Apiyo Okwiri, "E' un privilegio poter celebrare il decimo anniversario dell'EMA sul campus di Lugano dell'USI. Ci attende un programma ricco: a inaugurare l'evento con un messaggio video sarà infatti Martine Reicharts, a capo della Direzione Generale Istruzione e Cultura della Commissione Europea. Seguirà una tavola rotonda su "Erasmus Mundus, storia dell'EMA e presente", con il Prof. Boas Erez (Rettore dell'USI), Adrian Veale (EC/EACEA), Hanneke Luth (già direttore dell'EMA) e la sottoscritta. Si proseguirà con il "Forum of Inspiration", con relatori provenienti da tutto il mondo che condivideranno le loro variegate esperienze in qualità di beneficiari del programma Erasmus Mundus".

L’EMA, attiva dal 2006, definisce fra i suoi obiettivi il miglioramento della qualità dell'istruzione superiore attraverso borse di studio e la cooperazione accademica tra l'UE e il resto del mondo. I suoi membri sono alumni dei percorsi di studio interuniversitari Erasmus Mundus, un programma quest’ultimo che offre agli istituti universitari europei l'opportunità di organizzare programmi di Master congiunti, in consorzi costituiti da almeno tre atenei – i cosiddetti “Erasmus Mundus Joint Master Degrees”. Oltre all’ottenimento di finanziamenti da parte dell’UE per questo scopo, agli studenti europei è offerta una mobilità “strutturata”, un ponte sicuro per accedere a programmi di studio in Paesi extra-UE, e viceversa.

Per maggiori informazioni: http://www.em-a.eu/en/general-assembly.html

Rubriche