Eventi

Il Senato accademico lancia la "corporazione degli studenti"

Servizio comunicazione e media

In vista delle votazioni per il rinnovo dei membri del Senato accademico, previste entro la fine del semestre, è stata inaugurata una serie di approfondimenti sulle principali tematiche trattate nel corso dei suoi primi due anni di attività. Nelle scorse puntate si è messo l’accento sulla rilevanza crescente che questo organo sta assumendo nella vita dell’Università, chiamato ad esprimersi recentemente anche sui processi di promozione dei professori, sulla qualità d’insieme dell’offerta formativa e sul preventivo economico dell’Università.

Proseguendo la serie, presentiamo oggi il lavoro svolto dal Senato al fine di promuovere un’esperienza studentesca il più possibile positiva e avvalorante anche oltre le ore di studio. Si è infatti deciso di dare luce verde ad una iniziativa che punta alla costituzione di un organismo che riunisca tutte le studentesse e gli studenti dell’USI; una “corporazione” dotata di un budget proprio, attraverso la quale sarà possibile finanziare progetti nuovi ritenuti importanti da parte degli studenti, così come le iniziative delle singole associazioni studentesche.

Gli studenti eletti quest’anno all’interno del Senato saranno chiamati a contribuire in prima persona all’implementazione del progetto e – salvo imprevisti – dovrebbero diventare i primi membri del comitato esecutivo di questo nuovo organo, le cui finanze saranno alimentate dalla devoluzione da parte dell’USI di 10 franchi all’anno per ogni studente di Bachelor e di Master.

Il funzionamento della corporazione sarà discusso nel suo insieme nella seduta di aprile dello stesso Senato accademico, dopo aver consultato le associazioni studentesche esistenti.

Facoltà

Rubriche