Eventi

Cancro alla prostata, doppio riconoscimento per studi dello IOR

Foto dei premiati al PCF Challenge Awards 2019
Foto dei premiati al PCF Challenge Awards 2019

Servizio comunicazione istituzionale

Un progetto di ricerca sul cancro alla prostata del Prof. Andrea Alimonti, group leader presso l’Istituto oncologico di ricerca (IOR, affiliato all’USI) e Professore ordinario presso la Facoltà di scienze biomediche, è stata premiato con un assegno di 1 milione di dollari al 2019 PCF Challenge Award tenutosi lo scorso 25 ottobre a Carlsbad, California, in occasione dell'annuale convegno della PCF Prostate Cancer Foundation, la più importante agenzia statunitense nel campo. Lo studio, che coinvolge ricercatori a livello internazionale, era stato oggetto di una pubblicazione sulla prestigiosa rivista scientifica Nature nel mese di giugno del 2018. Premiata anche la Dott.ssa Arianna Calcinotto, group leader allo IOR, con il PCF Young Investigator Award.

Il riconoscimento conferito al Prof. Alimonti rappresenta un ulteriore conferma della rilevanza dello studio condotto allo IOR, intitolato Targeting Tumor-Infiltrating Myeloid Cells for Prostate Cancer Therapy, che presenta una metodologia innovativa capace di contrastare l’evolversi del cancro alla prostata. I ricercatori hanno scoperto infatti come elevati livelli della proteina IL23 fossero presenti nel sangue e nei tumori della maggior parte dei pazienti resistenti alle immunoterapie attualmente in uso. “Ci siamo accorti - spiega il Prof. Alimonti - che il rilascio di IL23 nel tumore è dovuto a un tipo particolare di cellule del sistema immunitario (le cellule mieloidi), le quali in questo modo conferiscono resistenza alla terapia, promuovendo – come una forza “oscura” – la sopravvivenza e la proliferazione delle cellule prostatiche tumorali”. Il contributo consentirà di realizzare in Ticino un trial clinico di Fase 1/2 nei quali i pazienti verranno trattati con un anticorpo che blocca IL23 in combinazione con una terapia ormonale standard.

“Siamo contenti di essere riusciti a portare in Ticino un nuovo trial clinico per la cura dei pazienti affetti da carcinoma prostatico, che ancora oggi rimane una delle cause principali di morte nell’uomo. Inoltre, il nostro impegno per la lotta al tumore prostatico si rafforzerà ulteriormente con l’arrivo della Prof.ssa Silke Gillessen Sommer, esperta di fama internazionale nel campo, che a maggio è stata nominata nuova primaria di oncologia medica dell’EOC, direttrice medica e scientifica dell’Istituto Oncologico della Svizzera Italiana (IOSI) e Professoressa ordinaria di oncologia presso la Facoltà di scienze biomediche dell'USI", aggiunge il Prof. Alimonti. Per dettagli sullo studio e la pubblicazione su Nature: www.usi.ch/it/feeds/8082

Dal canto suo, il premio PCF Young Investigator Award alla Dott.ssa Arianna Calcinotto, group leader allo IOR, è stato assegnato per il suo lavoro intitolato The role of the microbiota in driving castration-resistant prostate cancer, che studia l’impatto che degli insiemi di microrganismi intestinali (microbiota) possono avere sulla progressione del CPRC (carcinoma della prostata resistente alla castrazione), e che fornirà indicazioni su come il microbiota può essere manipolato per migliorare i risultati negli uomini con cancro alla prostata.

 

Informazioni sul PCF Challenge Awards 2019: www.pcf.org/c/challenge-awards-class-of-2019/

Informazioni sul PCF Young Investigator Award 2019: www.pcf.org/c/young-investigator-award-class-of-2019/

Facoltà

Rubriche