Assegnate nove borse di studio solidarietà per studenti ucraini

0e5a9b2184634d340f768eab3f55a6e2.jpg

Servizio comunicazione istituzionale

15 Settembre 2022

Le Borse di studio solidarietà, create dall’Università della Svizzera italiana nel 2020 per aiutare gli studenti e le studentesse in difficoltà a causa della pandemia, negli scorsi mesi sono state aperte anche alle persone colpite dal conflitto in Ucraina. Nel semestre primaverile sono state concesse in tutto undici borse di solidarietà, di cui nove a favore di ragazzi e ragazze provenienti dall’Ucraina e in possesso di un permesso S per persone bisognose di protezione. 

Le borse di solidarietà sono finanziate da un fondo di solidarietà e da donazioni dei membri della comunità accademica, da enti e istituzioni esterne e da privati.

All’Università della Svizzera italiana sono in tutto 19 gli studenti e le studentesse provenienti dall’Ucraina: 16 iscritti ai corsi di Bachelor e Master e tre uditori. Gli studenti frequentano soprattutto la Facoltà di informatica e quella di Comunicazione, cultura e società. L’università ha anche accolto due ricercatori nell’ambito del programma "Scholars at Risk” al quale l’USI partecipa dal 2016. 

Rubriche