Musica come cura - Musica come compagna per il benessere nel corso della vita

c3eb3551aee2e8295a950a9ec232ac76.jpg

Servizio comunicazione istituzionale

21 Novembre 2022

La ricerca nell'ambito della psicologia della musica ha messo in evidenza i profondi effetti dell'ascolto musicale sul benessere percepito, sulla qualità di vita e sulle emozioni. Questa lezione propone una panoramica sul significato dell’ascolto della musica e il suo ruolo in termini di salute e benessere in tutte le fasi della vita. Numerose evidenze suggeriscono che cantare ninne-nanne durante la gravidanza può rafforzare il legame tra madre e bambino. Negli adolescenti la musica può promuovere la costruzione della propria identità personale e sociale, facilitando l’autoregolazione, l’espressione di sé e la partecipazione nella comunità. Spesso gli adulti ascoltano musica nella vita di tutti i giorni per regolare emozioni e funzioni psico-fisiologiche. In situazioni difficili, come ad esempio nel corso della pandemia di Covid-19, numerose persone hanno trovato nella musica una risorsa per affrontare e gestire il proprio isolamento. In età avanzata, la musica continua a offrire un potente supporto per il miglioramento della salute.

Relatrice:

Liila Taruffi, ricercatrice, Università di Durham (UK)

Testimonial:

Paolo Paolantonio, musicista e ricercatore, Conservatorio della Svizzera italiana

Discussione con:

Cristiana Sessa, professoressa USI, responsabile Unità tumori ginecologici

______

Liila Taruffi

Dopo il dottorato di ricerca in Psicologia e Neuroscienze della Musica Freie Universität Berlin, Liila ha ricoperto vari incarichi di ricerca e insegnamento in diverse istituzioni internazionali. Le sue ricerche, all'intersezione tra psicologia, neuroscienze ed estetica, si concentrano sulla capacità della musica di influenzare le emozioni e gli stati mentali orientati all'interno, come il mind-wandering e le immagini mentali visive.

Paolo Paolantonio

Musicista e ricercatore, ha conseguito un dottorato in Performance Science al Royal College of Music di Londra. Nel 2021 è risultato vincitore della call for case studies indetta in occasione del Forum Svizzero “Cultura e salute: Alleanza per un futuro sostenibile” ideato da IBSA Foundation e dalla Divisione Cultura della Città di Lugano. Nello stesso anno, il programma "Musica e Parole in casa anziani" di cui è ideatore e responsabile è stato incluso come “best practice” nel rapporto "Arts and Culture in every care home?" pubblicato dalla Baring Foundation (Regno Unito).

Cristiana Sessa

Ha conseguito la specializzazione in Ostetricia e Ginecologia presso l’Università di Verona nel 1983. Nel 1991 ha conseguito il Diploma in Palliative Medicine presso l’Università del Galles e il diploma in Advanced Studies in Pharmaceutical Medicine presso l’Università di Basilea nel 2015. Dal 1997 al 2017 è stata responsabile per la ricerca clinica e vice primaria all’Istituto Oncologico della Svizzera Italiana. Nel 2021 è stata nominata Professoressa titolare all'USI.

Programma musicale

Auriga for piano and live electronics –2022 - Danilo Gervasoni (1987*)
Eseguito da: Bruna Di Virgilio (piano) and Danilo Gervasoni (live electronics)

Trovate qui il programma completo del corso.

Facoltà

Rubriche