Eventi

La StartCup Ticino 2017 va a Dicronis

Il team vincitore della StartCup Ticino (da sin. a des.): Attilio Baggermann, Patrizia Marshalkova, Jovan Jancev
Il team vincitore della StartCup Ticino (da sin. a des.): Attilio Baggermann, Patrizia Marshalkova, Jovan Jancev
Il 'pitch' di Patrizia Marshalkova per il progetto Dicronis
Il 'pitch' di Patrizia Marshalkova per il progetto Dicronis
Immagine del pubblico e delle locandine dei progetti finalisti
Immagine del pubblico e delle locandine dei progetti finalisti
L'aula magna del campus di Lugano
L'aula magna del campus di Lugano
Il saluto inaugurale del Rettore dell'USI Boas Erez
Il saluto inaugurale del Rettore dell'USI Boas Erez

Servizio comunicazione e media

Dicronis si è aggiudicata la StartCup Ticino 2017, l’iniziativa promossa dal Centro Promozione Start-Up (CP Start-Up USI-SUPSI) con l’importante sostegno del Dipartimento delle finanze e dell’economia (DFE), della banca EFG e della Fondazione AGIRE che premia le idee imprenditoriali e i progetti più innovativi e promettenti  ideati nella Svizzera italiana. 

La sera di mercoledì 6 dicembre, nell’aula magna dell’USI (campus di Lugano), oltre 300 persone hanno assistito all’evento di premiazione che ha visto la start-up Dicronis classificarsi al primo posto, davanti agli altri 4 progetti finalisti del concorso, guadagnando così i due premi in palio: un assegno del valore di 50.000 franchi svizzeri e una borsa di studio messa a disposizione dall’Executive MBA dell’USI dal valore di CHF 45.000. Al secondo classificato EXead è andato un assegno di 30.000 franchi, al terzo BigOmics 20.000 franchi, e al quarto e quinto classificato Modula e Swissponic, 10.000 franchi ciascuno. 

Grazie alla collaborazione del CP Start-Up USI-SUPSI con Swiss Startup Invest (finora CTI Invest), i cinque finalisti hanno potuto presentare i propri progetti a potenziali investitori durante lo Swiss Venture Day Ticino, tenutosi nell’auditorio del campus di Lugano dell’USI questo pomeriggio. Inoltre, come avvenuto nelle precedenti tre edizioni, i cinque finalisti saranno automaticamente ammessi alla seconda fase dello SwissEconomic Award, la prestigiosa competizione che premia le migliori start-up emergenti sul piano nazionale, senza dover passare la fase di pre-selezione.

Il progetto vincitore

Dicronis (www.dicronis.com)

Dicronis sviluppa prodotti farmaceutici innovativi per la diagnosi precoce di patologie con esigenze mediche elevate e urgenti. Il primo prodotto, Lymphit, è un cosiddetto activity tracker che controlla la funzione del sistema linfatico in maniera semplice, sicura ed economica anche da casa. In particolare, Lymphit contribuisce a diminuire drasticamente, assieme a una specifica cura, lo sviluppo del linfedema, un gravoso effetto collaterale di alcune terapie del cancro, di cui sono a rischio annualmente, solo in Europa, fino a un milione di pazienti.

Dicronis ha presentato il suo progetto nel corso del programma MedTech Business (www.medtechbusiness.usi.ch/index.htm), che si è svolto sul campus di Lugano dell'USI dal 27 novembre al 1° dicembre 2017, aggiudicandosi il MedTech Business 2017 Award.

 

Le fasi della StartCup e la selezione delle finaliste 

Le 25 start-up che hanno superato il processo di selezione iniziale hanno potuto prendere parte all’Acceleratore cantonale, un programma di coaching – sostenuto dal Cantone e gestito operativamente dalla Fondazione AGIRE in collaborazione con CP Start-UP USI SUPSI – della durata di tre mesi nel quale esperti del settore hanno fornito consigli per trasformare le idee innovative in un progetto imprenditoriale concreto e strumenti utili per partecipare a gare e concorsi nazionali e internazionali. L’Acceleratore cantonale e la StartCupTicino sono due importanti tasselli che s’inseriscono, assieme ad altre misure (illustrate sulla pagina www.ti.ch/start-up ), all’interno della strategia coordinata di sostegno alle start-up innovative che il DFE ha lanciato lo scorso mese di marzo. Quest’ultima si prefigge di rendere il Ticino un territorio attrattivo per la nascita, il consolidamento e lo sviluppo di questo tipo di aziende. Su questa tela di fondo, il DFE ha quindi sostenuto, tramite la Legge per l’innovazione economica (LInn), buona parte dei premi aggiudicati ai cinque finalisti. 

La finale della competizione si è svolta in due fasi: la prima, il 5 dicembre, con l’audizione dei 10 progetti semifinalisti da parte della giuria nazionale di StartCup Ticino e la seconda con la selezione delle 5 idee imprenditoriali che sono state ammesse alla finale del 6 dicembre. Nel corso dell’evento di questa sera, i finalisti hanno presentato il proprio progetto che è stato votato tramite un sistema di voto elettronico dal pubblico presente in sala. All’evento ha partecipato, quale ospite d’onore, Mario Jenni, Co-founder & CEO di Bio-Technopark Schlieren-Zürich, oltre che i rappresentanti dei partner coinvolti.

Le altre quattro finaliste:

EXead
Un’innovativa soluzione nel ramo dei vaccini mucosali, EXead sviluppa vaccini orali per la prevenzione delle malattie infettive gastrointestinali, con l’obiettivo di affrontare le esigenze mediche attualmente irrisolte con un’elevata accessibilità del paziente. 

BigOmics
BigOmics è una piattaforma cloud per l’analisi dei Big Data nel campo della genomica di prossima generazione. L’obiettivo del sistema è quello di democratizzare l'analisi dei dati omici per accelerare le scoperte mediche e i processi diagnostici, curando così le malattie.

Project Modula
Il bio-marcatore Modula, un piccolo dispositivo elettronico che raccoglie informazioni sulla salute negli esseri umani, consente di diagnosticare con precisione le malattie trasmesse da vettori come, per esempio, le zecche (morbo di Lyme), facilitando così i processi di cura ospedalieri. 

Swissponic
Grazie alle nuove tecnologie oggi è possibile coltivare verdure senza pesticidi direttamente in casa, a kilometro zero e durante tutto l'anno. Swissponic ha sviluppato un sistema per la coltivazione automatizzata in idroponica (senza terra) in casa. L'apparecchio di controllo è dotato di sensori e regolatori per fornire l'ambiente ideale per la crescita delle piante. Dispone inoltre di una piattaforma cloud che rende possibile controllare e gestire la cultura anche da remoto.

La Giuria ad-hoc StartCup Ticino 

Presidente
Jean-Pierre Vuilleumier, Managing Director Swiss Startup Invest
Membri
Claude Amiguet, CTI Coach
Christian Brand, Co-Founder BG&P AG, Bern; start-up Expert
Silvia Panigone, Managing Director Europe I-Bankers Direct, LLC; CTI Coach
Valesko Wild, Capo dell'Ufficio per lo sviluppo economico del Dipartimento delle finanze e dell’economia del Cantone Ticino
Claude-Alain Cariola, Direttore Corporate Advisory EFG
Pascale Vonmont, Deputy Director Gebert Rüf Foundation; Delegate of the strategy board of venture kick

 

Categorie