Eventi

FAQ sulla Corporazione studentesca

Proponiamo una lista di domande sulla Corporazione delle studentesse e degli studenti (Corporazione studentesca) con la relativa risposta.

 

Che cos’è, in sintesi, la Corporazione studentesca?

La Corporazione è l’organizzazione comune di cui fanno parte tutte le studentesse e tutti gli studenti regolarmente immatricolate/i in un programma di Bachelor o di Master dell’USI. Questa organizzazione è guidata dai rappresentanti del corpo studentesco in Senato accademico e svolge dei compiti riconosciuti dall’Università. Tra questi compiti c’è quello di contribuire a promuovere la vita universitaria sui campus dell’USI grazie a un budget messo a disposizione dall’Università stessa.

Clicca qui per maggiori informazioni su che cos’è la Corporazione.

 

Chi decide come usare il budget della Corporazione? È vero che pochi studenti, i rappresentanti studenteschi, possono prendere decisioni che riguardano tutti senza che gli altri abbiano voce in capitolo?

Le decisioni sull’uso del budget vengono prese in prima istanza dai rappresentanti del corpo studentesco in Senato accademico, che costituiscono il “governo” della Corporazione, chiamato “Consiglio studentesco”.

Non è vero che gli altri non hanno voce in capitolo sulle loro decisioni, anzi. Tutte le studentesse e tutti gli studenti come insieme costituiscono il “popolo sovrano” della Corporazione, chiamato “Assemblea generale studentesca”: hanno la possibilità di intervenire sulle decisioni del Consiglio tramite la "democrazia diretta" e prendere così le decisioni finali sull’uso del budget esprimendosi con il voto. La "democrazia diretta" è stata concepita e voluta all'interno della Corporazione proprio per consentire il controllo democratico sul Consiglio studentesco e "compensare" così la loro facoltà decisionale.

 

Che cos’è la "democrazia diretta"?

È il potere del corpo studentesco nel suo insieme (Assemblea generale studentesca) di prendere direttamente, attraverso una votazione, la decisione finale su una determinata questione. La "democrazia diretta" viene “innescata” attraverso due strumenti, Iniziativa studentesca e Referendum studentesco. Se un’Iniziativa studentesca o un Referendum studentesco raccolgono un numero stabilito di adesioni in un periodo di tempo definito il corpo studentesco nel suo insieme viene chiamato a votare su quell’Iniziativa o su quel Referendum.

Clicca qui per maggiori informazioni sulla "democrazia diretta" nel quadro della Corporazione.

 

Tutti possono attivare la "democrazia diretta"?

Sì, ogni studentessa e ogni studente regolarmente immatricolata/o in un programma di Bachelor o Master dell’USI può attivare la "democrazia diretta" lanciando un’Iniziativa studentesca (scopri come) o lanciando un Referendum studentesco (scopri come). Ricordiamo che il Referendum o l’Iniziativa in questione saranno posti in votazione solo se raccoglieranno il numero stabilito di adesioni nel periodo di tempo definito.

 

Che differenza c’è tra Iniziativa studentesca e Referendum studentesco?

Un’Iniziativa studentesca è propositiva: propone formalmente un progetto o un’azione in tema di Corporazione e/o di vita universitaria e cerca di portare questa proposta al voto dell’Assemblea generale studentesca (il corpo studentesco nel suo insieme).

Un Referendum studentesco è oppositivo: contesta formalmente una decisione presa dal Consiglio studentesco (i rappresentanti studenteschi in Senato accademico) e cerca di portare la decisione contestata al voto dell’Assemblea generale studentesca (il corpo studentesco nel suo insieme).

Clicca qui per maggiori informazioni in tema di Iniziativa studentesca.
Clicca qui per maggiori informazioni in tema di Referendum studentesco.

 

Com’è stato calcolato il numero di adesioni necessarie per portare al voto un’Iniziativa studentesca o un Referendum studentesco?

Il numero corrisponde a poco meno del 10% del totale degli studenti di Bachelor e Master. Il 10% è stata considerata una soglia significativa circa l’effettivo interesse “preliminare” del corpo studentesco per una determinata questione. Sono state fatte inoltre considerazioni di sostenibilità del sistema, stanti le risorse amministrative della Corporazione.

 

Ho un’idea o una proposta, ma preferisco non lanciare una formale Iniziativa studentesca.

Hai la possibilità di sottoporre liberamente un’idea al Consiglio studentesco.

Clicca qui per scoprire come fare.

 

Che differenza c’è tra proporre un’idea liberamente e lanciare un’Iniziativa studentesca?

Il Consiglio studentesco non ha l'obbligo di agire per mettere in atto un'idea o una proposta formulata liberamente e non attraverso un'Iniziativa studentesca. Nel caso di un'Iniziativa studentesca, ovvero di una proposta formale di azione, il Consiglio studentesco ha invece l'obbligo di adoperarsi per metterla in atto, se l'Iniziativa viene approvata in votazione.

 

Dove posso consultare le decisioni prese dal Consiglio studentesco?

Sul Foglio delle Decisioni
clicca qui per andare al Foglio delle Decisioni.

 

Dove posso trovare le Iniziative studentesche e i Referendum studenteschi per i quali è aperta la raccolta di adesioni?

Sono aperte alla raccolta di adesioni le Iniziative studentesche pubblicate sul Foglio delle Iniziative
clicca qui per andare al Foglio delle Iniziative.

Sono aperti alla raccolta di adesioni i Referendum studenteschi pubblicati sul Foglio dei Referendum
clicca qui per andare al Foglio dei Referendum.

 

Perché le associazioni possono candidare proposte formali senza la necessità di raccogliere adesioni?

La Corporazione è stata creata anche per dare la possibilità di sostenere progetti delle associazioni studentesche, facendo prendere la decisione in merito da altre studentesse e altri studenti. In quest'ottica è stato previsto un canale "privilegiato" per le proposte delle associazioni studentesche.

 

Perché esistono periodi definiti per candidare proposte da parte delle associazioni, per le decisioni del Consiglio studentesco e per il lancio di Iniziative studentesche?

Il calendario della Corporazione prevede questi periodi definiti per permettere che le procedure della "democrazia diretta", con le rispettive tempistiche, possano svolgersi restando all’interno dei semestri di corsi.

 

Quali sono, in sintesi, i miei diritti e come posso esercitarli?

In quanto membro della Corporazione hai i seguenti diritti: