Accordi di collaborazione internazionale

Al fine di promuovere la cooperazione internazionale l'USI ha stipulato dichiarazioni d’intenti e accordi di formazione con numerose università e altre istituzioni in tutto il mondo. Di seguito sono elencati i diversi tipi di accordi:

  1.  Dichiarazione d'intesa
  2. Accordo di laurea congiunto
  3. Accordo di doppia laurea
  4. Accordo di scambio strutturato
  5. Accordi di scambio: SEMP o Accordo di scambio internazionale

1. Dichiarazione d'intesa (MoU)
E' un documento legale che descrive un accordo bilaterale o multilaterale. Esso esprime una convergenza di interessi fra le parti, è un accordo di carattere generale. Generalmente non ha il potere e gli effetti vincolanti di un contratto.
La realizzazione delle attività è precisata in apposite convenzioni.

2. Accordo di laurea congiunta
Si tratta di un accordo che consente a studenti selezionati nell’ambito di specifici programmi, messi a punto in collaborazione con determinate Università partner, di ottenere un titolo rilasciato congiuntamente dall’USI e dall'Università partner.

3. Accordo di doppia laurea
Si tratta di un accordo che consente a studenti selezionati nell’ambito di specifici programmi, messi a punto in collaborazione con determinate Università partner, di ottenere, insieme al titolo USI, il titolo di un’Università straniera.

4. Accordo di scambio strutturato
E' uno scambio con università rinomate allo scopo di sviluppare programmi formativi “dialoganti”, cioè pensati per avere un’integrazione pedagogica completa tra i corsi erogati dalle due università.

5. Accordi di scambio tradizionale
Grazie a questi accordi, studentesse e studenti hanno la possibilità di frequentare, in università partner dell'Ateneo, corsi della durata di un semestre o di un intero anno accademico, ottenendo il riconoscimento degli esami sostenuti e delle attività didattiche svolte all’estero, concordati prima della partenza.
Si possono distinguere due tipi di mobilità a fini didattici:
i. mobilità nell’ambito del programma SEMP;
ii. mobilità nell’ambito di convenzioni bilaterali con università extra-europee.
Per quanto riguarda la mobilità di tipo i) il modello di accordo è imposto; la mobilità di tipo ii) deve invece essere regolata all’interno di accordi bilaterali.

Gli accordi delle categorie 1., 2., 3. e 4. devono essere firmati in duplice copia dal Rettore e dal Segretario generale, mentre quelli della categoria 5. possono essere firmati esclusivamente dal Rettore.

Il Servizio Relazioni Internazionali e mobilità rappresenta il contatto principale per il promotore dell'accordo, fornisce i modelli e il supporto nella stesura e nella conclusione degli accordi e mantiene un archivio dei documenti originali. Si invitano gli interessati a prendere contatto inviando una mail a relint@usi.ch.